Tre bicchieri 2015 a Napoli

Tre bicchieri 2015 è, come di consueto, uno degli eventi più attesi di questo periodo, con tappa anche a Napoli, al quale ho avuto piacere di partecipare.

L’evento, quest’anno in particolare, verrà ricordato innanzitutto per l’altissimo numero di aziende recensite direttamente dal Gambero Rosso e dalla squadra di esperti, ben 70, che si sono impegnati a degustare oltre 45000 vini per 2402 aziende estese dal nord al sud.
Alla fine di questo lunghissimo percorso, da leggersi in fase “test” (difatti durato 5 mesi), 423 vini hanno meritato l’eccellenza dei 3 bicchieri 2015.

Le due regioni che hanno avuto maggior riconoscimento sono state la Toscana, con 73 vini, e il Piemonte con 79, ed è proprio a quest’ultimo che, oltre ai meritatissimi complimenti, va il nostro più grande augurio, per i viticoltori e non solo, affinché questo difficilissimo periodo di nubifragi in cui ha fatto disastri un po’ ovunque, venga superato con forza e coraggio.

Dopo Roma il 25, Napoli il 26 e Torino il 28, l’ultima data utile per partecipare all’evento è quella di Milano il 30 ottobre, vi rimando al sito del Gambero per tutti gli approfondimenti.

tre bicchieri 2015 a napoli, peccato di gola di giovanni

Veniamo adesso alla serata dei tre bicchieri 2015.

A fare da cornice all’evento è stata la bellissima location Ristorante della Piscina della Mostra d’Oltremare che ha ospitato un grandissimo numero di esperti e di appassionati dei migliori vini d’Italia, difatti ho potuto passeggiare, calice alla mano, degustando diversi vini e spiegati abilmente, soprattutto instancabilmente, dai sommelier presenti. Tra un sorso e l’altro, passando dal rosso al bianco al finire allo spumante, dal Barolo ai Pinot nero, dai Franciacorta ai Primitivi, c’è stata anche la possibilità di assaggiare numerosi prodotti gastronomici a base di latticini de Sogni di Latte e mozzarelle e ricotte di Bufala Campana DOP, al pane di zucca, alle noci e un “casatiello” light a finire ai meravigliosi taralli sugna e pepe di Leopoldo e molte altri prodotti di cui è già stato parlato qui. Il tutto contornato dalla musica suggestionante del DJ set Lunare Project.

Ho così provocato i sensi spaziando tra i sapori del bel Paese, dalle note dolci a quelle intense, da quelle aromatiche a quelle fruttate assaporandone prima il colore, poi il profumo e infine il gusto.
In più l’occasione mi ha dato modo di rincontrare anche qualche collega blogger, già incontrati nella precedente avventura, sempre targata Gambero Rosso, dove sono arrivato al secondo posto.
Al momento dei saluti c’era ad aspettarmi l’instancabile e puntualissima Francesca.

Se dovessi esprimere un giudizio sulla serata, beh credo che dovrei per forza ed unicamente dire: tre bicchieri 😉

Buona degustazione a tutti.

 

Giovanni

 

 

Be Sociable, Share!

One Comment

  1. Bravo Giovanni hai descritto bene , mi sembrava di essere anche io la…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.