Torta bertolda

Da quando mi sono trasferito qui a Milano sto imparando ad apprezzare le tante ricette che offre la cucina lombarda. Ho scoperto così la torta bertolda, detta anche bertuldina, un dolce molto delicato che si presta perfettamente per iniziare la giornata o accompagnare un caffè nel pomeriggio. La particolarità di questo dolce è la presenza della farina di mais che la consistenza della torta bertolda molto particolare.

 

Ingredienti per una teglia da 24:

180 g di farina di mais fioretto (finissima), 180 g di farina 00, 125 g di burro a temperatura ambiente, 225 g di latte intero a temperatura ambiente, 150 g di zucchero, 2 uova a temperatura ambiente, la scorza di un limone grattugiato, 1 cucchiaio di essenza di vaniglia, 1 bustina di lievito per dolci (16 grammi); zucchero a velo per decorare.

 

ricetta torta bertolda, peccato di gola

 

Preparazione della torta bertolda:

  • Per cominciare lavorate in un recipiente il burro a temperatura ambiente insieme allo zucchero e lavorate con le fruste per una decina di minuti fin quando non avrete ottenuto un composto spumoso.
  • Aggiungete, una alla volta, le uova sempre con le fruste in funzione: non aggiungete il secondo uovo fin quando il primo non sarà stato ben assorbito altrimenti uova e burro si separeranno.
  • Quando le uova saranno ben amalgamate versate anche il latte a filo, ancora con le fruste in funzione.
  • Aromatizzate il composto grattugiando la scorza di limone grattugiato e versate un cucchiaio di essenza di vaniglia per profumare, mescolate e poi setacciate all’interno il lievito insieme alle due farine.
  • Dopo aver mescolato accuratamente il composto versatelo in una teglia da 24 centimetri, precedentemente imburrata ed infarinata, e cuocete la torta bertolda in forno preriscaldato a 180° per 35 – 40 minuti facendo la prova stecchino dopo una mezzora abbondante di cottura.
  • Una volta cotta tiratela fuori dal forno, lasciate raffreddare la torta e poi estraetela dallo stampo, servendola con un po’ di zucchero a velo.

 

Qualche consiglio:

potete sostituire l’estratto di vaniglia utilizzando i semi di una bacca;
se gradite un retrogusto ancora più forte, potete aggiungere la scorza di un altro limone oppure impreziosire la vostra torta bertolda aggiungendo una scorza di limone e una di arancia.

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

3 Comments

  1. la mia mamma di Monza non me lha mai fatta!!!vengo da te ???

  2. Sai non sapevo l’esistenza di questa torta, eppure a milano ci vengo spesso, ma mai mi è capitata, in effetti la presenza della farina di mais mi incuriosisce 🙂 Da provare va! Un grande abbraccio! Buon fine settimana!

  3. mi fai tornare bambina con questa golosa torta… la mia nonna la faceva spesso!!!!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.