Tiramisù al pistacchio

Le varianti del tiramisù possono essere davvero infinite ma se ce n’è una che sicuramente può mettere d’accordo i palati di tutti è quella di oggi. Si tratta infatti della ricetta del tiramisù al pistacchio, secondo me uno dei più golosi in assoluto grazie alla sua crema morbida e delicata che sposa alla perfezione il sapore deciso del caffè. Tutto quello che ti occorrerà è preparare la pasta di pistacchi per rendere speciale la voluttuosa e golosissima crema al mascarpone. In questa versione ho utilizzato le uova che poi ho pastorizzato con lo sciroppo di acqua e zucchero, così da poter consumare il dolce in tutta tranquillità.

Grazia alla sua semplicità, il tiramisù al pistacchio sarà perfetto da servire ai tuoi ospiti durante le cene che organizzerai. Un delizioso fine pasto da gourmet che conquisterà proprio tutti! Perciò non ti resta che metterti ai fornelli e scoprire quanto è facile preparare un dolce speciale come questo!

Ingredienti per 4 bicchieri da 150 ml l’uno:

4 savoiardi,
500 g di mascarpone,
72 g di tuorli (circa 4 di uova medie),
100 g di zucchero,
100 g di acqua,
100 g di pasta di pistacchio,
40 g di granella di pistacchio.

 

ricetta tiramisù al pistacchio, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione del tiramisù al pistacchio:

  • Per cominciare versa acqua e zucchero in un pentolino d’acciaio e lascia raggiungere la temperatura di 121°: per questa operazione è indispensabile l’uso del termometro da pasticceria. Quando il composto arriva a 115° inizia a sbattere i tuorli in un recipiente utilizzando delle fruste elettriche. Dopodiché versa a filo lo sciroppo e continua a sbattere finché il composto non sarà a temperatura ambiente e avrà raggiunto una consistenza spumosa. Ci vorranno all’incirca 10 – 15 minuti. Trascorso il tempo aggiungi il mascarpone, che hai lasciato a temperatura ambiente, un cucchiaio alla volta, così da favorirne l’assorbimento.

tiramisu al pistacchio, peccato di gola di giovanni 1

  • Infine unisci anche la pasta di pistacchio e poi spegni le fruste. Tieni la crema in frigo per un’oretta, così risulterà più soda altrimenti puoi continuare fin da subito. Metti sul fornello la moka e prepara il caffè che potrai dolcificare a tuo piacimento. Versa in un recipiente e mentre aspetti che diventi un poco meno bollente (non deve diventare tiepido) puoi preparare i bicchieri che utilizzerai e i savoiardi che potrai dividere a metà. Io per comodità ho scelto di versare la crema al mascarpone in una sac-à-poche, ma se preferisci puoi anche fare con il cucchiaio. Quindi riempi circa a metà i bicchieri e poi aggiungi 2 mezzi savoiardi immersi per 1 secondo nel caffè caldissimo.

tiramisu al pistacchio, peccato di gola di giovanni 2

  • Poi un po’ di granella di pistacchio tostata in padella e ricopri con la crema fino ad arrivare quasi all’orlo. Continua così fino a completare tutti i bicchieri e poi cospargi la superficie con un po’ di cacao amaro in polvere setacciato.

tiramisu al pistacchio, peccato di gola di giovanni 3

  • Ecco pronti i tuoi bicchieri con il tiramisù al pistacchio, tienili in frigo per un’oretta prima di servirli.

 

ricetta tiramisù al pistacchio, peccato di gola di giovanni 2

 

Qualche consiglio:

ricorda che ogni pasta di pistacchio ha una dolcezza differente,
perciò i grammi indicati sono piuttosto indicativi;tra uno strato e l’altro nei bicchieri aggiungi anche una spolverizzata di cacao amaro in polvere, donerà una piacevolissima nota di amaro in contrasto alla crema;
se non vuoi utilizzare le uova per preparare questo tiramisù al pistacchio, puoi lasciarle crude se preferisci oppure adattare la mia crema al mascarpone senza uova a questa preparazione.

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

Be Sociable, Share!
 

One Comment

  1. il pistacchio è la mia droga!!!fantastiche queste coppettine 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.