Crea sito

Tagliatelle in brodo

Pensando al pranzo di Pasqua la ricetta delle tagliatelle in brodo è quella che mi viene subito in mente! Da piccolo, ricordo che nella giornata a casa mia tutto trascorreva con grande lentezza. Ci si svegliava tardi, si faceva colazione e intanto si metteva sul fuoco una bella pentolona di brodo di gallina. Nel frattempo poi c’era anche qualcuno, tipo me, che si dilettava a preparare la pasta fresca fatta. Così per il pranzo potevamo sederci intorno al tavolo e mangiare le tagliatelle in brodo. Ma se proprio devo dirla tutta siamo soliti preparare le tagliatelle in brodo anche a Capodanno. Sempre che non riusciamo a convincere mio padre alle due alternative più gettonate, cioè la pasta pasticciata o le lasagne napoletane!
Fammi sapere se ti sono piaciute le mie tagliatelle in brodo e soprattutto raccontami da te cosa si prepara a Pasqua 😉

 

Ingredienti per 4 persone:

300 g di farina 00,
3 uova medie;
farina di semola q. b.

 

Per il brodo di gallina:

1 gallina da 2,5 kg,
2 carote medie,
2 patate medie,
1 costa di sedano,
1 cipolla dorata grande,
10 grani di pepe nero,
5 bacche di ginepro,
3 chiodi di garofano,
1 foglia di alloro,
sale q. b.

 

Per guarnire la pasta:

parmigiano grattugiato a piacere
pepe nero macinato q. b.

 

ricetta tagliatelle in brodo, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione delle tagliatelle in brodo:

  • Comincia occupandoti del brodo di gallina (o pollo). In una pentola capiente versa il volatile insieme alle verdure pulite. Mantieni la buccia ma dividi a metà carote, patate e sedano. La cipolla invece andrà sbucciata e poi tagliata. Aggiungi pepe nero, chiodi di garofano e bacche di ginepro schiacciate. L’alloro e un pizzico di sale e versa abbondante acqua fredda. Lascia sobbollire il tutto per almeno 2 – 3 ore. All’inizio noterai in superficie delle impurità, scartale tranquillamente. Verso la fine della cottura invece affiorerà il grasso della gallina. Se vuoi lascialo oppure raccoglilo e versalo a cucchiaiate direttamente sui piatti.

tagliatelle in brodo, peccato di gola di giovanni 1

  • Intanto che il brodo cuoce occupati della pasta all’uovo. Versa la farina sulla spianatoia formando una fontana nella quale aggiungi le uova. Sbatti con la forchetta e aiutati con questa per compattare il tutto. Dopodiché procedi ad impastare a mano, lavora il necessario per ottenere un panetto liscio e morbido. Avvolgi nella pellicola trasparente e lascia riposare a temperatura ambiente per almeno una mezz’oretta. Trascorso il tempo ritaglia un pezzo di pasta all’uovo e ricopri il resto. Ora inizia a tirare su una spianatoia leggermente infarinata fino ad ottenere sfoglia molto sottile, circa 1 – 2 millimetri. Pareggia bene i bordi e poi ripiega più volte la sfoglia su di sé fino a formare un rotolo. Tra uno strato e l’altro aggiungi un pizzico di farina di semola, servirà a non far attaccare la pasta. A questo punto taglia delle striscioline spesse 6 – 7 millimetri e srotolale. Avvolgile intorno alla mano per formare un nido e disponilo su una gratella o una spianatoia infarinata con la semola. Lascia seccare per una mezz’oretta.

tagliatelle in brodo, peccato di gola di giovanni 2

  • Hai tutto non ti resta che cuocere per qualche minuto le tagliatelle in brodo bollente, meglio se tieni da parte la gallina e le verdure. Non appena la pasta è pronta raccoglila e versala nei piatti. Cospargi con un po’ d’olio, se l’hai tenuto da parte come me, e un pizzico di pepe nero macinato.

tagliatelle in brodo, peccato di gola di giovanni 3

  • Servi subito!

 

ricetta tagliatelle in brodo, peccato di gola di giovanni 2

 

[box type=”info” style=”rounded”]Qualche consiglio:

aggiungi un goccio d’acqua se l’impasto risulta troppo asciutto, può dipendere dall’assorbimento della farina o dalle uova non molto grandi;
per persona ricorda che in genere sono necessari circa 500 grammi di brodo;
puoi arricchire il tuo brodo tranquillamente con le verdure di stagione che preferisci;
sulle tue tagliatelle in brodo potrai aggiungere anche del pecorino romano anziché il parmigiano, risulteranno molto più gustose.[/box]

.

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus 🙂

Pubblicato da Giovanni Castaldi

Giovanni classe 86, sono un partenopeo doc, con la grande passione per la cucina! Adoro sperimentare dal dolce al salato indistintamente e ho questo piccolo spazio dove condivido le mie ricette. Segui anche le mie video su Giallo Zafferano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.