Susamielli

I susamielli napoletani, uno dei dolci tipici del natale, fanno parte del trio di dolci che compongono il vassoio che si porta a casa dei parenti quando si va in visita. In genere fanno compagnia ai mostaccioli, tenebrosi ma dal sapore aromatico e ai roccocò, dei biscotti, se vogliamo, duri da spaccare i denti ma dolci da conquistare chiunque. Ma poi ognuno sceglie un po’ i dolci che preferisce, no?
Per quanto riguarda il nome, c’è da dire che questo ha origini un po’ confuse. Anticamente infatti venivano preparati con i semi di sesamo e portavano il nome di Sesamelli. Successivamente però le mandorle, che poi ritroviamo spesso nelle ricette del sud, specialmente nei dolci delle feste natalizie, hanno preso il posto del sesamo diventando l’ingrediente protagonista per preparare i susamielli. Questi particolari biscotti a forma di S hanno davvero tante interpretazione, qui c’è la versione che preferisco, un po’ spacca denti come i roccocò, ma ti consiglio di sperimentare fino a trovare quella che piacerà anche a te e alla tua famiglia.
I susamielli hanno molto in comune con le sapienze, dei dolci che venivano preparati nel convento di Santa Maria della Sapienza a Sorrento, ma la forma che li caratterizza è ellittica e quindi non più a S.
Ora che ti ho raccontato tutto quello che c’era da sapere, prepara questi dolci insieme a me e fammi sapere!

 

Ingredienti per  6 pezzi da 60 – 65 grammi l’uno:

125 g d farina 00, 125 g di miele millefiori, 50 g di zucchero, 50 g di mandorle pelate, 3,5 g di pisto, 15 g di arancia candita, 15 g di cedro candito, la scorza di un’arancia biologica.

 

ricetta-susamielli-peccato-di-gola-di-giovanni

 

Preparazione dei susamielli:

  • Per prima cosa comincia versando le mandorle pelate in un mixer e ottieni una farina grossolana: per comodità puoi frullare in modalità pulse, cioè a ripetizione, così da avere un risultato più rustico; tieni da parte. Poi versa il miele il un pentolino e lascialo scaldare a fuoco dolce fino a raggiungere il bollore, poi spegni.

susamielli-peccato-di-gola-di-giovanni-1

  • Intanto in un recipiente versa la farina, lo zucchero, le mandorle pelate e tritate, il pisto,

susamielli-peccato-di-gola-di-giovanni-2

  • l’arancia ed il cedro canditi tagliati a cubetti. Dai una mescolata e poi aggiungi il miele fuso.

susamielli-peccato-di-gola-di-giovanni-3

  • Continua a mescolare, meglio se con una spatola, e unisci la scorza grattugiata dell’arancia. Dopo aver amalgamato il tutto compatta con le mani il composto e poi trasferisci sul piano da lavoro, sul quale avrai messo un foglio di carta forno. Modella fino ad ottenere un pezzo unico e poi dividi in sei parti più o meno uguali, l’importante è che ogni pallina pesi tra i 60 e i 65 grammi.

susamielli-peccato-di-gola-di-giovanni-4

  • Da queste sfere ottieni dei piccoli cilindri e modellali fino ad ottenere una S maiuscola. Mano a mano sistema i biscotti su una leccarda con carta forno e cuoci i susamielli in forno preriscaldato, in modalità statica, a 180° per 20 – 30 minuti, a seconda del tuo forno.

susamielli-peccato-di-gola-di-giovanni-5

  • Lasciali raffreddare completamente, così solidificheranno.

 

[disclaim]

Qualche consiglio:

in questa ricetta sono tantissime le varianti: in alcune è prevista l’aggiunta dell’ammoniaca, che farà espandere in larghezza i biscotti e li renderà meno duri;
in altre non sono previsti i canditi;
in altre ancora non c’è la farina di mandorle;
in alcune poi si decora la superficie con delle mandorle;
se vuoi un sapore più rustico per i tuoi susamielli, puoi utilizzare delle mandorle non pelate;
questi deliziosi biscotti si conservano per una decina di giorni chiusi in una scatola di latta.

[/disclaim]

 

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

Be Sociable, Share!

2 Comments

  1. Buon natale giova! !!!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.