Strudel cheesecake

Nel periodo autunnale un dolce, tra i classici, che preparo più spesso c’è lo strudel. Questo vortice, così come vuole la parola tedesca, avvolge una deliziosa farcia fatta da mele, uvetta e pinoli e, per finire, il tutto viene profumato dalla cannella. Fa venir gola, vero? Pensate allora di trasformare questo grande classico del Trentino Alto Adige in una versione moderna e americanizzata. Se ci riuscite allora state già pensando allo strudel cheesecake!
Una fresca crema al formaggio sposa il topping fatto di composta di mele e arricchito dagli ingredienti tipici. Perciò ogni fetta avrà il potere di ricordarvi il famoso dolce mentre i vostri sensi si lasceranno andare al piacere di una novità fresca e saporita.
Che ne dite di provare questo strudel cheesecake? Sono sicuro che vi piacerà tanto quanto è piaciuto a me!

 

Ingredienti per la base di una tortiera da 24 cm:

180 g di biscotti digestive, 100 g di burro.

 

Per la crema:

400 g di formaggio fresco spalmabile, 250 g di panna fresca liquida, 150 g di yogurt greco, 10 g di gelatina in fogli, 100 g di zucchero semolato.

 

Per la copertura:

500 g di mele (io tipo golden), 150 g di zucchero di canna, 80 g di acqua, 30 g di uvetta, 25 g di pinoli, 20 g di mandorle con la pelle, 5 g di gelatina in fogli, 1 cucchiaino di cannella in polvere; qualche goccia di limone.

 

ricetta studel cheesecake, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione dello strudel cheesecake:

 

  • Per cominciare preparate la base, quindi versate il burro in un pentolino e lasciatelo fondere a bassa temperatura, dopodiché spegnete e lasciate intiepidire. Intanto in un mixer spezzettate i biscotti e frullate fino ad ottenere un composto sabbioso. Versate prima i biscotti e poi il burro in un recipiente e mescolate accuratamente con un cucchiaio. Infine versate il tutto in uno stampo a cerniera, precedentemente imburrato, e livellate accuratamente la superficie con il dorso di un cucchiaio; riponete in frigorifero.

 

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 1

 

Preparazione della crema della strudel cheesecake:

 

  • Intanto passate alla crema. Mettete subito in ammollo in acqua fresca la gelatina in fogli. Poi prelevate un po’ di yogurt greco e scaldatelo a fiamma bassa, in modo che non bruci. Quando sufficientemente caldo versate la gelatina ormai rinvenuta e scrollata dell’acqua in eccesso, mescolate accuratamente per farla sciogliere. Infine versate il composto sulla restante parte di yogurt e mescolate accuratamente per non far formare grumi; tenete da parte.

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 2

  • Intanto versate il formaggio in una bacinella grande e lavorate con una spatola. Dopodiché unite lo yogurt greco e mescolate per farli assorbire. Infine montate la panna fresca liquida insieme allo zucchero. Quindi in un recipiente versate gli ingredienti e azionate le fruste elettriche per semi montare la panna (ottenendo quindi un composto morbido ma compatto). Amalgamate gli ingredienti con delicatezza per non smontare la panna.

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 3

  • Una volta inglobata la panna trasferite la crema nello stampo con la base di biscotti e livellate accuratamente la superficie con la spatola. Mettete lo stampo in frigorifero per almeno 3 ore.

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 4

Preparazione della copertura della strudel cheesecake:

  • Quando la base sarà rassodata passate alla copertura. Dividete in 4 parti le mandorle con la pelle e versatele in un recipiente insieme ai pinoli e all’uvetta e mescolate.

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 5

  • Poi occupatevi delle mele. Tagliatele in 4 parti e cominciate a sbucciarle, poi privatele del torsolo e tagliate a cubetti di circa 1 centimetro. Mano a mano raccogliete il tutto in un recipiente e spremete qualche goccia di limone per non far annerire le mele.

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 6

  • In una pentola capiente versate le mele insieme allo zucchero di canna e all’acqua, accendete la fiamma a temperatura medio – bassa e lasciate cuocere per una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto.

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 7

  • Una volta ammorbidite le mele riducetele in una purea liscia utilizzando un mixer ad immersione o un passaverdure, cercate di non aggiungere altra acqua ma sfruttate quella già presente. Dopodiché riversate nel tegame e unite la cannella mescolando il tutto.

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 8

  • Se il composto intanto si fosse raffreddato riscaldatelo nuovamente, poi unite la gelatina in fogli leggermente scrollata dell’acqua in eccesso e mescolate fino a farla sciogliere completamente. Poi versate anche il mix di frutta e mescolate anche questo. Lasciate raffreddare completamente e infine guarnite il dolce che intanto avrete sformato su un piatto da portata. Distribuite accuratamente la crema e lasciatela riposare ancora un paio d’ore.

strudel cheesecake, peccato di gola di giovanni 9

  • La vostra strudel cheesecake è finalmente pronta, gustatela fredda!

 

 

[disclaim]

Qualche consiglio:

prima di cominciare è meglio che lasciate fuori dal frigo per una ventina di minuti tutti gli ingredienti da frigorifero, a parte la panna da montare, così da far acclimatare il tutto ed evitare possibili grumi di gelatina;
a seconda di quanto monterete la panna otterrete una base differente, più sarà montata tanto più sarà compatta, se invece la monterete meno avrete una base più soffice e delicata;
se volete rendere più rustica la vostra strudel cheesecake aggiungete un paio di cucchiaio di pangrattato alla base di biscotti, così richiamerete il dolce originale;
se non preferite le mandorle oppure volete arricchire il mix utilizzate anche delle nocciole o delle noci.

[/disclaim]

 

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

Be Sociable, Share!

One Comment

  1. Ma è una genialata!!!!!!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.