Polpettone al forno

Non parlatemi di qual è il piatto che per me fa domenica perché di non smetterla più. Sono napoletano e chiaramente ci sono due piatti assolutamente sovrani da un lato il ragù e dall’altro la genovese. La scelta non è mai facile specialmente se poi qualcuno si mette a richiedere gli gnocchi alla sorrentina. Che fai, non li prepari? Quindi ti occorre il sugo. Fresco o quello del ragù? Se prepari il ragù ne puoi approfittare per cuocere le polpette, metà da tenere fritte e metà da tuffare nel sugo. E come dire di no all’impepata di cozze? Non sia mai! Senza parlare poi… ecco, scusami. Lo sapevo, abbiamo parlato di domenica e immediatamente ho perso il controllo per quante bontà si possono consumare nella giornata di festa in cui la famiglia si riunisce intorno al tavolo.

Direi che è arrivato il momento di parlare del polpettone, la ricetta del giorno e che incarna la vera essenza della domenica, della festa e della cucina casalinga. Molti sottovalutano questa ricetta perché sembra una delle più banali eppure le insidie che si nascondono dietro il polpettone sono davvero tantissime. Troppo cotto, quindi asciutto. Troppo poco cotto, quindi crudo. Troppo pane nell’impasto o troppa carne. E il contorno? Quanti troppo e quanti problemi. Vero? Ma io ho messo appunto la ricetta del polpettone perfetta, quella che non è mai troppo o troppo poco e che a casa mia, ogni volta che la preparo, scatena il putiferio su chi può avere l’ultima fetta.

No non sto esagerando, anzi ti invito proprio a provarlo. Così magari mi dici se anche da te è scoppiata la guerra per l’ultimo pezzo di polpettone. E poi non scordare di farmi sapere qual è il tuo contorno preferito, sono proprio curioso! Io in genere vado sul classico, le patate al forno vincono sempre a casa mia. Anche da te?

Intanto ti ho parlato della ricetta del polpettone, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’


  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    50 minuti
  • Cottura:
    80 minuti
  • Porzioni:
    Dosi per 6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Manzo (macinato) 600 g
  • Salsiccia 400 g
  • Pane (fresco) 200 g
  • Uova (circa 2 medie) 110 g
  • Latte intero q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Timo 4 rametti
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Noce moscata q.b.

Per le patate

  • Patate novelle (rosse) 500 g
  • Scalogno (piccoli) 4
  • Salvia 3 foglie
  • Timo 3 rametti
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Preparazione del polpettone al forno

  1. Per preparare il polpettone al forno cominciamo mettendo in ammollo il pane. Versalo in un recipiente e bagnalo con il latte, o dell’acqua, e lascia in ammollo. Nel frattempo spella le salsicce scartando il budello e poi schiaccia la pasta con il dorso di una lama. Raccogli la carne in un recipiente e unisci la carne macinata di bovino e il parmigiano grattugiato.

  2. Continua aggiungendo le uova, sale e pepe, una grattata di noce moscata

    Polpettone al forno, peccato di gola di giovanni 2
  3. e a questo punto anche il pane ammollato: dovrai strizzarlo per bene prima di aggiungerlo al mix. Quindi inizia ad impastare a mano. Lavora il tutto per 5 minuti almeno, c’è bisogno che gli ingredienti si amalgamino per bene. Versa il composto su un foglio di carta forno e modellalo con le mani, o con la stessa carta, per ottenere un grosso bigolo. Ungi la superficie con un po’ di olio e trasferisci il tutto su una leccarda.

    Polpettone al forno, peccato di gola di giovanni 3
  4. Intanto occupiamoci delle patate. Dopo averle ben lavate, dividile a metà e raccoglile in un recipiente. Pulisci gli scalogni e fai lo stesso dividendoli in 2 o 3 pezzi, a seconda della grandezza. Poi profuma con delle foglie di salvia spezzettate e del timo sfogliato.

  5. Infine un pizzico di sale, di pepe e un goccio d’olio e mescola il tutto. Versa il contorno di patate e scalogni nella teglietta con il polpettone

  6. e cuoci in forno, preriscaldato in modalità statica a 180°, per circa 80 – 90 minuti.

  7. Una volto cotto il polpettone al forno puoi affettarlo e servirlo caldo con il contorno di patate e scalogni.

I consigli di Giovanni

  • Al posto del latte puoi utilizzare dell’acqua per bagnare il pane, va bene ugualmente;
  • La scelta delle spezie è soggettiva, perciò sentiti libero di cambiare quelle che preferisci;
  • Se il contorno che ti ho suggerito non è di tuo gradimento puoi sempre utilizzare le patate classiche, aromatizzarle con del rosmarino, e cuocerle a spicchi insieme al polpettone.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.