Crea sito

Pizzoccheri alla valtellinese

Nella zona alpina della Lombardia c’è un posto incantevole dove c’è buonissimo cibo, ottimi vini e paesaggi mozzafiato. Si tratta della Valtellina di cui mi sono innamorato non appena ci sono stato lo scorso gennaio. E qual è il piatto più rappresentativo? Nemmeno a dirlo: i pizzoccheri alla valtellinese! Un primo piatto che è una vera leccornia. Ma vediamoci chiaro, di cosa si tratta?

I pizzoccheri sono dei ritagli di pasta fresca che si ottiene utilizzando la farina di grano saraceno, tipica anche per la realizzazione di altre ricette tipiche valtellinesi come gli sciatt, i meravigliosi bocconcini di formaggio fritto, e la linzer torte, una crostata con confettura di ribes. A rendere così speciale il piatto è la presenza del formaggio casera, a bassa stagionatura, che ha un ottimo sapore delicato e vagamente di frutta tostata. Diventa super filante rendendo perciò i pizzoccheri alla valtellinese una prelibatezza che non risparmia nessun goloso.

Dopo averli mangiati (e rimangiati, n.d.r.) non potevo non cimentarmi anche io nella preparazione dei pizzoccheri alla valtellinese e devo dire? Ne sono davvero soddisfatto! Non ti resta che provarli e farmi sapere che ne pensi 😉

Ingredienti per 4 persone:

350 g di farina di grano saraceno (+ quella per la spianatoia),
150 g di farina 00,
240 g di acqua a temperatura ambiente,
200 g di verze (da 300 g da pulire),
200 g di casera,
250 g di patate,
80 burro,
una presa di sale.

 

ricetta pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione dei pizzoccheri alla valtellinese:

  • Cominciamo dall’impasto di base. In un recipiente versa la farina di grano saraceno insieme a quella di grano. Dai una veloce mescolata con la mano e con l’altra versa l’acqua a filo mentre inizi ad impastare. Mi raccomando non tutta insieme, potrebbe servirtene meno.

pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 1

  • Quando l’impasto ha preso consistenza trasferiscilo sul piano di lavoro e impasta per 10 – 15 minuti a mano. Dovrai ottenere un panetto compatto e dalla consistenza quasi morbida. A questo punto spolverizza il piano con altra farina di grano saraceno e inizia a tirare l’impasto con il matterello fino ad uno spessore di un paio di millimetri. ottieni un rettangolo e rifila i bordi e spolverizza con ulteriore farina saracena.

pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 2

  • Ricava delle fasce larghe all’incirca 7 centimetri e poi sovrapponile. Infine ottieni i pizzoccheri tagliando delle striscioline di circa 7 – 8 mm. Man mano raggruppa i tocchetti di pasta e spolverizza con la farina di grano saraceno. Copri con un panno pulito e occupati del resto.

pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 3

  • Metti sul fuoco una pentola capiente con abbondante acqua salata. Nel frattempo pulisci la verza dalle foglie esterne e dal gambo, poi taglia a tocchetti e sciacqua; tieni un attimo da parte. Priva il casera della crosta e poi affettalo sottilmente. Tieni in disparte anche questo e passa infine alle patate.

pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 4

  • Dopo averle ben lavate e asciugate, sbucciale e tagliale a tocchetti di 3 – 4 centimetri. A questo punto l’acqua dovrebbe essere in ebollizione, tuffa le patate e falle cuocere per 2 minuti. Dopodiché tuffa le verze e lascia cuocere anche queste per 5 minuti.

pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 5

  • Infine è il momento di aggiungere i pizzoccheri, raccoglili con le mani per far cadere parte della farina di grano saraceno. Mescola delicatamente di tanto in tanto per non far attaccare sul fondo e cuoci per 5 – 6 minuti. Nel frattempo metti sul fuoco un pentolino con burro e aglio e lascia cuocere a fuoco bassissimo.

pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 5

  • Quando manca un minuto alla fine della cottura dei pizzoccheri alla valtellinese riscalda un tegame molto capiente quindi, aiutandoti con una schiumarola, versa una parte di pasta con verze e patate. Poi aggiungi un po’ di casera e una manciata di parmigiano.

pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 6

  • E ripeti così fino a formare 3 strati. Infine, sull’ultimo strato, spolverizza tutto il parmigiano e unisci il burro fuso insaporito dall’aglio, che intanto hai tolto.

a valtellinese, peccato di gola di giovanni 8

  • Sposta il tegame su quello di cottura della pasta, in questo modo il vapore manterrà caldo il fondo, e copri con il coperchio per qualche minuto. Il formaggio in questo modo diventerà bello filante, quindi scopri e dai poche mescolate facendo attenzione a non rompere i pizzoccheri ed eccoli pronti.

pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 9

  • Non ti resta che servire i tuoi pizzoccheri alla valtellinese ancora ben caldi!

 

ricetta pizzoccheri alla valtellinese, peccato di gola di giovanni 2

 

[box type=”info” style=”rounded”]Qualche consiglio:

gli scarti di impasto anticamente venivano riutilizzati per preparare altre minestre, in genere a base di patate;
quando non è più stagione delle verze puoi sempre fare i pizzoccheri alla valtellinese con altre verdure come spinaci o fagiolini;
in alternativa al casera andrà benissimo il formaggio latteria o, in ultimo, il bitto anche se questo in genere si consiglia di gustarlo in purezza;
ricorda di lasciare fuori dal frigo il casera, filerà meglio quando lo aggiungerai![/box]

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

Pubblicato da Giovanni Castaldi

Giovanni classe 86, sono un partenopeo doc, con la grande passione per la cucina! Adoro sperimentare dal dolce al salato indistintamente e ho questo piccolo spazio dove condivido le mie ricette. Segui anche le mie video su Giallo Zafferano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.