Paste del divino amore, dolce tipico natalizio

Le paste del divino amore sono tipici della tradizione natalizia di Napoli. Si tratta di dolcetti fatti di pasta di mandorle, cotti in forno e glassati con ghiaccia reale colorata di rosa, oppure bianca o al cacao.

Questi dolci, tipici del Natale campano hanno origine, appunto, a Napoli e portano il nome della Chiesa del Divino Amore, dove le monache si inventarono questo particolare tipo di impasto, colorandolo con le tinte delicate e morbide proprio per richiamare il nobile sentimento.

La ricetta a cui mi sono ispirato è presa da qui.

Ingredienti per circa 20 pezzi:

500 g di mandorle, 500 g di zucchero, 80 – 100 di zucchero a velo per la glassa, 3 uova, 1 limone, essenza di vaniglia, 80 g di frutta candita, ostie e colorante rosa.

 

ricetta pasta del divino amore, peccato di gola

Preparazione delle paste del divino amore:

  • cominciate lavando il limone e grattugiandone la scorza e raccogliete

  • sminuzzate la frutta candita ed unitela al limone.

  • Tritate le mandorle in un mixer per qualche istante e versatele in un recipiente insieme allo zucchero e qualche cucchiaio d’acqua, unite poi 2 uova intere e 1 tuorlo – conservando da parte l’albume che servirà per la glassa – e aggiungete anche il limone, i canditi, la vaniglia e mescolate fino ad ottenere un impasto compatto e lavorate per qualche minuto.

  • Ottenuto l’impasto ottenete degli ovetti e foderateli con le ostie o, se preferite, sostituite con dell’amido di mais e adagiateli su una leccarda rivestita di carta forno e cuocete per una ventina di minuti circa a 180°.

  • Intanto preparata la ghiaccia reale mescolando l’albume montato a neve con lo zucchero e aggiungendo 2 – 3 gocce di limone. A questo punto potrete iniziare a decorare le paste con la glassa, se li preferite rosa aggiungete un po’ di colorante.

 

Qualche consiglio:

nella ricetta è stata omessa la confettura, che viene aggiunta in superficie alla pasta dopo che è stata cotta e freddata;
io ho dato una mano di glassa bianca e successivamente ricoperto anche con quella rosa per avere un effetto visivamente più bello;
i divino amore possono essere glassati anche al cioccolato.

Be Sociable, Share!

4 Comments

  1. oh babba bia quanto sono buoni!!!quanto mi piacciono!!li adoro…ne potrei davvero magnare un sacco giovanni!!!però rosa non li ho mai visti…..chè carini 🙂

  2. Hai scordato di scrivere quando mettere le mandorle!!!

    • Peccato di Gola

      Ciao Sonia, grazie mille per avermelo segnalato. Ho provveduto ad aggiungere il passaggio mancante 🙂 ti auguro buon anno!

  3. MICHELE STINCA

    TI CONSIGLIO OLTRE ALLE MANDORLE TRITATE GIA SOPRA EVIDENZIATO SPECIFICARE IL CANDITO E DI SCINDERE LA RICETTA( QUANTITA E DESCRIZIONE) PER LA REALIZZAZIONE DELLA GLASSA O GHIACCIA REALE DALLE QUANTITA E DESCRIZIONE DEI DOLCETTI. P.S. SAREBBE MEGLIO REALIZZARE UNA GHIACCIA FONDENTE O NASPRO? (ZUCCHERO ACQUA GLUCOSIO VANILLINA ED EVENUALE COLORANTE?) GRAZIE.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.