Pasta al pesto di zucchine

Cosa preparo oggi per pranzo? Ecco la domanda che attanaglia praticamente chiunque, specialmente tutti quelli che non hanno proprio piacere a consumare il buon vecchio panino. Perché allora non provare la pasta al pesto di zucchine? La preparazione di questo condimento coincide perfettamente con il tempo necessario affinché l’acqua raggiunga il bollore e poi cuocia (ma probabilmente a quel punto avrete anche finito 😉 ).
L’idea di oggi si prepara in un batter d’occhio, non vi resta che portare in tavola la pasta al pesto di zucchine e buon appetito!

 

Ingredienti per 4 persone:

320 g di pasta lunga (io vermicelli), 300 g di pesto di zucchine, 1 zucchina, qualche mandorla spellata, una presa di sale, un pizzico di pepe nero macinato.

 

ricetta pasta al pesto di zucchine, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione della pasta al pesto di zucchine:

  • Per cominciare dovrete preparare il pesto di zucchine. Vi occorrerà un mixer nel quale aggiungere le zucchine, lavate, spuntate e tagliate a mezzaluna, poi potrete unire il parmigiano grattugiato, le mandorle spellate, un pizzico di sale e l’olio extravergine d’oliva.

pasta al pesto di zucchine, peccato di gola di giovanni 1

  • Dopo una prima frullata unite le foglioline di basilico e azionate le lame nuovamente così non le farete scurire. A questo punto il vostro pesto è pronto.

pasta al pesto di zucchine, peccato di gola di giovanni 2

  • Mettete sul fuoco una pentola capiente con abbondante acqua e quando sarà in ebollizione salate e cuocete la pasta. Nel frattempo però occupatevi delle mandorle: su un tagliere sminuzzatele per ottenere delle lamelle e tenete da parte.
  • Passate alla zucchina. Dopo averla lavata e asciugata, eliminate le due estremità e tagliate a cubetti di circa 1 cm e versate in un tegame, dopodiché unite anche il pesto di zucchine e non accendete la fiamma.
  • A questo punto la pasta dovrebbe essere cotta perciò scolatela direttamente nel tegame insieme al pesto e unite anche le mandorle. Mescolate per bene il tutto fin quando i vermicelli non avranno assorbito per bene il condimento; aggiungete pure un goccio d’acqua al bisogno, così stempererete il tutto.

pasta al pesto di zucchine, peccato di gola di giovanni 3

  • Prima di impiattare spolverizzate la vostra pasta al pesto di zucchine con un pizzico di pepe nero macinato e servite ancora calda.

 

[disclaim]

Qualche consiglio:

se la zucchina cruda a cubetti non vi fa impazzire potete scottarla per qualche minuto in una padella con un goccio d’olio extravergine d’oliva;
se invece desiderate rendere il condimento più gustoso saltate dei cubetti di pancetta dolce e aggiungeteli insieme alle mandorle prima di servire.

 

[/disclaim]

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

 

10 Comments

  1. Assolutamente meravigliosa.
    Delicata e saporita.
    Da gustare con le ultime zucchine!
    Un abbraccio tesoro

  2. È molto sfizioso questo primo…pesto di zucchine…proverò….ho fatto diverse ricette vostre….fantastiche…ho fatto un figurone….

    • Peccato di Gola

      Giusy, ciao ti ringrazio, sono contento che ti trovi bene qui 🙂 se vuoi scatta le foto di quello che prepari e postale sulla mia bacheca, sarei felice di vedere il tuo risultato 🙂

  3. La banda delle forchette

    E’ meravigliosa! Queste sono le ricette che adoro! Buona giornata!

  4. i pasticci di caty

    Si si che mi piace!!! 🙂 Oggi pasta con pesto di zucchine con 1/2 kg di grana!!! 🙂 Goooooooddddd!!! Bacioni e buona giornata!

  5. Ciao Giovanni e buon inizio settimana, mi piace la tua pasta adoro le zucchine e con le cipolle sono perfette. Un saluto Manu

  6. questa pasta è buonissima!!!e’ un’ottimo modo per far mangiare le zucchin ai bimbi! almeno mi figlia in questa versione le mangia.ciao ciao

  7. Mmmm..questo lo adoro..a quest’ora poi,bravissimo!!!!:-))
    Buona serata ciao ciao

  8. In cucina da Eva

    da provare! veramente sfizioso!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.