Lasagne napoletane

Le lasagne napoletane sono il piatto per eccellenza della domenica, quella in cui non si è scelto di preparare il classico ragù di carne. Non solo a Napoli, ma in tutta la penisola, sono molto conosciute, infatti in tantissimi le preparano nel giorno di martedì grasso perché ritenute simbolo della festa: perciò sono anche conosciute come lasagne di carnevale.
Anticamente questa ricetta veniva preparate con un ragù fatto di salsicce e che, a causa della lunga cottura, si sbriciolavano nel sugo. Mentre la pasta era fatta rigorosamente a mano! Qualche famiglia invece usava sbollentare le lasagne di semola. Infine grande disputa sull’aggiunta della mozzarella e del salame a fette. Insomma ogni famiglia potrà raccontare la sua personalissima storia e variante delle buonissime lasagne napoletane. Come al solito, io vi racconto la ricetta di casa mia.

 

Ingredienti per 4 – 6 persone:

18 fogli di pasta (325 grammi), 350 g di ricotta, 4 uova, parmigiano grattugiato, pepe nero macinato.

 

Per le polpettine:

250 g carne macinata mista,75 g mollica di pane essiccato, 1 uovo, 40 g parmigiano, sale,pepe e prezzemolo

 

Per il sugo:

1,5 l di passata di pomodoro, ½ cipolla, una presa di sale, un filo d’olio extravergine d’oliva.

 

ricetta lasagne napoletane, peccato di gola

 

Preparazione delle lasagne napoletane:

  • Per prima cosa cominciate dalla preparazione del sugo. Quindi, in una pentola capiente, versate un filo d’olio extravergine d’oliva e poi la cipolla mondata e sminuzzata. Fate soffriggere per una paio di minuti, mescolando spesso, e poi versate la passata di pomodoro.
  • Aggiungete dell’acqua, un pizzico di sale e cuocete per un’oretta: abbiate cura di non far asciugare troppo il sugo; se dovesse succedere, a fine cottura, sarà sufficiente aggiungere ancora un po’ d’acqua.
  • Nel frattempo cuocete le uova sode; quando cotte sbucciatele ancora calde e, una volta fredde, affettatele e tenetele da parte.

lasagne napoletane, peccato di gola 1

  • Poi dedicatevi alle polpette. Eliminate la crosta del pane e versate la mollica in una ciotola dove avrete versato acqua fredda o latte. Strizzatela e unitela in un recipiente insieme agli altri ingredienti, amalgamateli e ottenete delle polpette grandi non più di 1,5 cm; infine friggetele e tenetele da parte.

polpette di carne, peccato di gola 2

  • Versate la ricotta in un recipiente e stemperate con un po’ di sugo, fino ad ottenere una purea liscia.
  • A questo punto, tutti gli ingredienti sono pronti, non vi resta che formare gli strati delle vostre lasagne napoletane: sporcate di sugo la superficie di una pirofila e poi disponete i fogli di pasta in verticale e poi in orizzontale.

polpette di carne, peccato di gola 3

  • Tra uno strato e l’altro versate la crema di ricotta, le fettine di uovo e le polpettine e poi un po’ di pepe nero e di passata di pomodoro. Continuate così fino ad arrivare l’ultimo strato, sul quale verserete la restante crema di ricotta e tutto il sugo, avendo cura di versarlo anche nei lati, in modo da bagnare completamente le lasagne napoletane.
  • Spolverizzate la superficie con parmigiano grattugiato e cuocete in forno caldo a 200° per 20 minuti circa + qualche minuto in funzione grill per la superficie.

lasagne napoletane, peccato di gola 4

  • Lasciate assestare qualche minuto e poi servite ancora caldissima.

 

Qualche consiglio:

potete rendere davvero irresistibili queste lasagne sostituendo la ricotta con la besciamella oppure mescolando insieme queste due;
anziché fare un semplice sugo, preparate il ragù napoletano, trasformando le vostre lasagne napoletane davvero insuperabili;
tra uno strato e l’altro aggiungete del basilico sminuzzato a mano per rendere più profumato il piatto.

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

2 Comments

  1. chè lasagna da giramenti di testa….con la dieta questa non ci va bene vero’
    ahahah…bellissima giova

  2. aih mamma mia…ingrasso solo a guardare

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.