Crea sito

Golden milk

Proviene dall’Asia sud orientale e le sue nobili proprietà hanno presto fatto il giro del mondo, appartenente alla famiglia dello zenzero, la curcuma è una delle radici più preziose ed importanti ed è la protagonista del golden milk. Questo meraviglioso prodotto, conosciuto in Italia come latte d’oro, presenta numerosi buoni motivi per consumarlo abitualmente.
Infatti la curcumina, cioè la sostanza presente nella radice e studiata scientificamente, ha la capacità di lenire dolori muscolari e articolari, migliora la digestione e i crampi dell’apparato digerente, abbassa il colesterolo e regola il metabolismo e, non per ultimo, è un antinfiammatorio naturale che fa benissimo anche per la tosse. Tutte queste biodisponibilità sono presenti in un’unica radice, la curcuma appunto, e perciò le troverete anche nel golden milk.
Prepararlo è davvero molto semplice e prendersi cura di sé non è mai un impegno troppo lungo, approfittatene per scoprire la ricetta e provarlo: la filosofia ayurvedica insegna che il nostro primo obiettivo è il benessere fisico e mentale.
Io mi sento pronto a sposare questa filosofia, e voi?

 

Ingredienti per la pasta alla curcuma:

40 g di curcuma in polvere, 150 g di acqua.

 

per una tazza del latte dorato:

250 g di latte vegetale (io soia), 1 cucchiaio di olio di cocco, 1 cucchiaio di miele d’acacia BIO.

 

ricetta golden milk, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione del golden milk:

  • Per prima cosa dovrete occuparvi della pasta alla curcuma. Basterà versare la polvere in un pentolino e coprire con l’acqua, mescolate accuratamente fino a far amalgamare gli ingredienti e ottenere un composto liscio.

golden milk, peccato di gola di giovanni 1

  • Trasferite il pentolino sul fornello e accendete a fuoco medio, mescolate continuamente per 3 – 4 minuti, fin quando non avrete ottenuto una pasta asciutta; spegnete la fiamma. Intanto mettete a scaldare il latte vegetale in un altro pentolino, senza portarlo a bollore.

golden milk, peccato di gola di giovanni 2

  • Una volta caldo aggiungete un cucchiaio di pasta e stemperate con una frusta facendo attenzione che si disciolga per bene. Non appena saranno amalgamati, unite agli ingredienti anche l’olio di cocco

golden milk, peccato di gola di giovanni 3

  • Il miele d’acacia BIO e mescolate energicamente fino a formare una leggera schiuma. Dovrete ottenere un composto omogeneo e senza grumi. Per finire trasferite il tutto in una tazza.

golden milk, peccato di gola di giovanni 4

  • Ecco pronto il vostro golden milk, bevetelo ancora caldo!

 

[disclaim]

Qualche consiglio:

ricordate che potrete conservare il resto della pasta di curcuma in un barattolino e riposto in frigorifero, all’occorrenza basterà prelevarne un cucchiaio e diluirlo come spiegato;
nella tradizione ayurvedica gli ingredienti che compongono il latte dorato possono essere cambiati a proprio piacimento, scegliete quindi il latte vegetale che preferite insieme al tipo di dolcificante (sciroppo d’acero, stevia, zucchero di cocco o miele), mentre per l’olio è consigliabile quello di mandorle o di sesamo, in alternativa quello di cocco;
per aumentare le biodisponibilità della curcuma potete aggiungere un pizzico di pepe nero macinato al vostro golden milk, come suggerisce David Wolfe un esperto di super foods.

[/disclaim]

 

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus 🙂 

Pubblicato da Giovanni Castaldi

Giovanni classe 86, sono un partenopeo doc, con la grande passione per la cucina! Adoro sperimentare dal dolce al salato indistintamente e ho questo piccolo spazio dove condivido le mie ricette. Segui anche le mie video su Giallo Zafferano!

Una risposta a “Golden milk”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.