Gazpacho all’anguria

Sono da poco tornato dalla meravigliosa Catalogna, la bellissima regione spagnola al confine con la Francia, dove ho trascorso un breve periodo di vacanze. A Barcellona ho avuto tempo di provare tantissime ricette che presto riproporrò qui nel blog e modo di rispolverare alcuni classici come la sangria e il gazpacho. Ed è proprio a questo a cui ho fatto riferimento per la ricetta del giorno. Chiaramente volevo qualcosa che fosse nuovo, sorprendente in fatto di gusto e non solo. Perciò ho pensato di preparare un gazpacho all’anguria!

Il mix di sapori è davvero interessante, il dolce e la freschezza dell’anguria, un tocco di acidulo del pomodoro e del peperone, di quest’ultimo anche il sapore intenso, insieme alla nota decisamente acre del cipollotto fresco danno vita ad un connubio molto saporito. Il gazpacho all’anguria è un antipasto freddo da servire in questa caldissima estate, sorprenderà tutti i tuoi ospiti ne sono certo!

Ispirato dalle belle giornate trascorse a Barcellona non potevo non immergermi nella loro cultura e trarre ispirazione per le mie ricette. La cultura così simile a quella del sud Italia mi ha ispirato non poco: perciò spero davvero di riuscire a conquistare il tuo palato con questo piatto.

 

Intanto ti ho parlato della mia ricetta del gazpacho all’anguria, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

ricetta gazpacho all'anguria, peccato di gola di giovanni
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 1 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Dosi per 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone

  • Cocomero (anguria) 1 kg
  • Pomodori ramati 300 g
  • Peperoni rossi 100 g
  • Cipollotti 120 g
  • Aceto di vino rosso 15 g
  • Olio extravergine d'oliva 25 g
  • Farina di mandorle 60 g
  • Sale fino 1 pizzico
  • Pepe nero 1 pizzico

Per guarnire

  • Caprino (fresco) 150 g
  • Latte intero 20 g
  • Mandorle (lamelle) 25 g
  • Fiori eduli q.b.

Preparazione

Preparazione del gazpacho all'anguria

  1. Per preparare il gazpacho all’anguria cominciamo da quest’ultima: dopo averla affettata, elimina la buccia e poi taglia a pezzi grossi, metti in una ciotola e passa ai pomodori. Staccali dai rametti, lavali, asciugali e taglia anche questi a pezzi. Fai lo stesso con il peperone

    gazpacho all'anguria, peccato di gola di giovanni 1
  2. E poi con i cipollotti freschi. Adesso che hai tutto trasferisci in un estrattore e azionalo per ottenere il succo. trasferisci in un recipiente per insaporirlo con il resto degli ingredienti.

    gazpacho all'anguria, peccato di gola di giovanni 2
  3. Quindi aggiungi la farina di mandorle, l’aceto di vino rosso, l’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e di e pepe. Mescola e metti in frigorifero per un’oretta.

  4. Intanto, in una ciotola, lavora il caprino insieme al latte, mescola bene con un cucchiaio e trasferisci in una sac-à-poche senza bocchetta. Ora passiamo alla composizione del piatto. Versa un po’ di gazpacho all’anguria nei piatti.

    gazpacho all'anguria, peccato di gola di giovanni 4
  5. Spremi qualche ciuffetto di crema di caprino e guarnisci con poi con le lamelle di mandorle, precedentemente tostate in padella, e qualche fiore edule.

    gazpacho all'anguria, peccato di gola di giovanni 5
  6. Ecco pronto il tuo gazpacho all’anguria, non ti resta che servirlo!

    ricetta gazpacho all'anguria, peccato di gola di giovanni 2

I consigli di Giovanni

  • Se non hai l’estrattore puoi utilizzare un frullatore classico, anche il mixer può andar bene ma rischi che il colore vada sull’arancione per via dell’ossidazione da caldo e ossigeno, un’altra valida alternativa potrebbe essere il passaverdure, ma gli ortaggi andranno un attimo sbollentati altrimenti farai fatica a passarli;
  • La farina di mandorle conferisce un po’ di consistenza al tuo gazpacho all’anguria ma in alternativa potresti sempre ometterlo oppure aggiungere della mollica di pane per renderlo cremoso.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.