Filetto di orata su crema di cannellini

L’orata è un pesce molto delizioso, definita addirittura Regina del Mediterraneo, a causa della sua eleganza mentre nuota e per via della macchiolina dorata. Per nobilitarne il gusto senza però sovrastarlo, ho scelto di preparare una crema delicata con uno dei legumi più poveri e più apprezzati della cucina italiana, i fagioli, e così è nato il filetto di orata su crema di asparagi. Una deliziosa panatura croccante e profumata protegge la deliziosa polpa del pesce dalla cottura, mantenendo l’interno umido e succoso. La crema invece accompagna ogni boccone asciugando il palato e preparandolo per il prossimo. Questo filetto di orata su crema di cannellini l’ho preparato scegliendo materie prime di qualità, per il pesce mi sono rivolto all’azienda leader dei pesci del Mediterraneo, Cromaris, che mi ha consegnato espressamente quest’orata freschissima.
Siete curiosi di provare questo piatto per i vostri cari o in una serata speciale? Eccovi la ricetta del filetto di orata su crema di asparagi, ve ne innamorerete!

 

filetto di orata su crema di cannellini, peccato di gola 1

 

Ingredienti per 4 persone:

2 orate, 240 g di fagioli lessati, 30 g di pistacchi sgusciati non salati, 50 g di mandorle pelate, una presa di sale, un pizzico di pepe nero macinato, 1 spicchio d’aglio, 3 – 4 foglie di salvia, 3 rametti di timo.

 

ricetta filetto di orata su crema di cennellini, peccato di gola

 

Preparazione del filetto di orata su crema di cannellini:

  • Per prima cosa cominciate dalla crema di cannellini, quindi scolateli del liquido di governo e saltateli in padella dove avrete lasciato insaporire uno spicchio d’aglio mondato insieme a qualche fogliolina di salvia spezzettata a mano. Cuocete il tutto per un paio di minuti a fiamma media.
  • Scartate le foglie di salvia e l’aglio e versate i fagioli, insieme al fondo della padella, in un mixer e frullate il tutto aggiungendo altro olio al bisogno, fino ad ottenere una purea liscia; tenete da parte, meglio se al caldo.

filetto di orata su crema di cannellini, peccato di gola 2

  • Nel frattempo occupatevi della panure, quindi tritate al coltello i pistacchi e le mandorle, fino ad ottenere una granella fine. Tritate anche le foglioline di timo, che staccherete dal rametto, e unite al trito di frutta secca.
  • Con la panatura appena ottenuta andate a ricoprire i filetti di orata, se non sapete pulirla qui vi spiego come si fa, ricoprendo per bene tutta la polpa.
  • In una padella versate un filo d’olio extravergine d’oliva, lasciatelo scaldare per bene e infine adagiate i filetti, scottandoli dapprima dal lato della pelle per un paio di minuti, dopodiché rigirando con delicatezza e ultimando la cottura per altri 2 minuti.

filetto di orata su crema di cannellini, peccato di gola 3

  • Passate alla composizione del piatto: adagiate il filetto su un lato e guarnite con la crema di cannellini aggiungendo, se preferite, qualche fogliolina di timo per colorare.

 

Qualche consiglio:

provate il filetto di orata su crema di cannellini cuocendo il pesce alla griglia, basterà spennellare il pesce con dell’olio prima di cuocerlo;
se volete potete cuocere da voi i fagioli, calcolate circa la metà del peso indicato;
se la crema di cannellini si raffredda troppo, passatela un momento sul fuoco per restituirle calore;
se invece volete fare un gran figurone, non dovrete far altro che versare la crema di cannellini in un sifone e spremerla al fianco del pesce per ottenere una delicatissima – e sorprendente –  mousse di fagioli!

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

One Comment

  1. adoro l’abbinamento pesceelegumie poi questo pianto è elegantissimo!!!!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.