Crostata alle ciliegie

Ogni anno, con la solita impazienza, aspetto le ciliegie proprio come un bambino attende le campanelle della slitta di babbo Natale. Il motivo, al di là dell’ottimo sapore di questi prelibati frutti, è perché ho sempre creduto che spuntassero a giugno per festeggiare il mio compleanno… che matto, vero? Così ho deciso di pubblicare una delle ricette a cui sono più affezionato, la crostata alle ciliegie. Insieme alla foresta nera è il dolce che preparo di più da svariati anni ormai, ma non avevo mai avuto il coraggio di pubblicarne la ricetta, forse perché geloso di questa bontà. Ma come potevo non parlarti di questa bontà? La crostata alle ciliegie è un dolce davvero molto semplice, si prepara con una base di pasta frolla aromatizzata al limone, la crema pasticcera e le ciliegie leggermente sciroppate in padella. Davvero facile ma di una bontà che è disarmante, vedrai.
Prova a servirla anche tu ai tuoi ospiti e vedrai che con la crostata alle ciliegie l’effetto wow è garantito: poi fammi sapere 😉

ricetta crostata alle ciliegie, peccato di gola di giovanni
  • Preparazione: 50 Minuti
  • Cottura: 50 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: Dosi per 8
  • Costo: Alto

Ingredienti

Ingredienti per uno stampo da 24 cm

  • 300 g Farina 00
  • 180 g Burro
  • 100 g Zucchero
  • 55 g Tuorli (di circa 3 uova medie)
  • 1/2 Scorza di limone (grattugiata)

Per la crema pasticcera

  • 500 g Latte intero
  • 40 g Amido di mais (maizena)
  • 15 g Farina 00
  • 100 g Zucchero
  • 55 g Tuorli (di circa 3 uova medie)
  • 1/2 Scorza di limone (grattugiata)

Per le ciliegie

  • 850 g Ciliegie (duroni)
  • 50 g Zucchero
  • 50 g Maraschino (o Kirsh)

Preparazione

Preparazione della crostata alle ciliegie

  1. Per preparare la crostata alle ciliegie cominciamo dalla pasta frolla. Metti nel mixer la farina e il burro, poi aziona brevemente le lame fino ad ottenere un composto sabbioso. Trasferiscilo sulla spianatoia e lavora, ancora velocemente, con lo zucchero, le uova e la scorza grattugiata di mezzo limone. Impasta e ottieni un panetto, avvolgilo nella pellicola e lascialo riposare almeno 1 ora in frigorifero.

  2. Intanto occupati della crema pasticcera. Metti sul fuoco un pentolino dove scaldare il latte senza portarlo a bollore e profumato con la scorza grattugiata di mezzo limone. In un recipiente sbatti i tuorli con lo zucchero, poi aggiungi farina e amido setacciandoli e mescola bene evitando la formazione di grumi. A questo punto il latte sarà ben caldo, preleva un paio di mestoli e stempera il composto, poi rituffalo nel pentolino e prosegui la cottura per qualche minuto mescolando di continuo con una frusta. Quando la salsa sarà rappresa trasferisci in una ciotola e copri con pellicola trasparente, fai raffreddare a temperatura ambiente.

  3. Trascorso il tempo recupera la pasta frolla e tirala con un matterello tra due fogli di carta forno, ottieni un disco spesso 0,5 cm e grande abbastanza per rivestire uno stampo da crostata di 24 cm. Quindi sistema il disco all’interno della forma, elimina gli eccessi di pasta con un coltellino e fora la base con i rebbi di una forchetta, eviteremo così la formazione di bolle d’aria, infine stropiccia con le mani un foglio di carta forno e disponilo all’interno. Versa delle sfere di ceramica, o dei legumi secchi, e procediamo con la cottura alla cieca.

    crostata alle ciliegie, peccato di gola di giovanni 3
  4. La base finisce in forno, già caldo a 170° per 20 minuti, dopodiché togli il foglio di carta e le sfere e prosegui la cottura per altri 15 – 20 minuti. Cotta la base lasciala raffreddare completamente prima di sformarla.

    Adesso occupiamoci delle ciliegie. Dopo aver staccato i piccioli e averle sciacquate, vanno private del nocciolo con l’apposito attrezzo. Trasferisci le ciliegie in una padella calda e cospargi di zucchero,

    crostata alle ciliegie, peccato di gola di giovanni 4
  5. non appena fuoriesce il liquido sfuma con il kirsh facendo moltissima attenzione all’eventuale fiammata di ritorno. Quindi aspetta che l’alcol evapori e poi fai raffreddare. Recupera la crema pasticcera, rimestala con un cucchiaio e poi trasferisci in una sac-à-poche senza bocchetta. Dopodiché farcisci la crostata formando una spirale.

    crostata alle ciliegie, peccato di gola di giovanni 5
  6. Livella accuratamente la superficie così da avere una base liscia e poi inizia a decorare con le ciliegie. Disponile tutte diritti facendo attenzione che la parte dove c’era il picciolo punti verso l’alto.

    crostata alle ciliegie, peccato di gola di giovanni 6
  7. Ecco pronta la tua bellissima crostata alle ciliegie, non ti resta che gustarla!

    crostata alle ciliegie, peccato di gola di giovanni 7
  8. ricetta crostata alle ciliegie, peccato di gola di giovanni 2

I consigli di Giovanni

  • organizza bene i tuoi tempi per la preparazione di questo dolce, la frolla e la crema, per esempio, possono essere preparate anche il giorno prima, basterà tenerle in frigorifero;
  • se non hai il levatorsolo per ciliegie, o olive, non preoccuparti basterà sistemare la ciliegia matura sulla cavità di una bottiglia e poi utilizzare uno spiedino di legno, in questo modo il nocciolino cadrà sul fondo della bottiglia stessa;
  • scegli la varietà di ciliegie che preferisci, io adoro i duroni ma anche delle altre andranno benissimo;
  • se durante l’anno non vuoi privarti della crostata alle ciliegie basterà sostituire queste ultime con quelle sciroppate o con delle amarene.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.