Come pulire la zucca

Oggi vediamo insieme come pulire la zucca, quali sono le sue caratteristiche, le forme e come sceglierle al mercato!
La zucca è uno degli ingredienti tra i più interessanti che l’orto ci mette a disposizione. La si trova tranquillamente sul mercato fino all’arrivo della primavera, ma il suo periodo ideale per essere consumata resta comunque l’autunno.
Ha forme svariate che vanno dal tondeggiante fino a quelle allungate mentre la buccia può assumere colorazioni differenti con tonalità che partono dal verde scuro e arrivano all’arancione pallido e può essere bitorzoluta o liscia.
Le sue proprietà sono davvero moltissime. Innanzitutto è ricchissima d’acqua perciò oltre ad essere considerata ipocalorica (circa 26 ckal per 100 grammi) ha anche un alto potere saziante. La sua polpa pur essendo dolce, e non grassa, ha un basso livello di zuccheri perciò è un ortaggio ottimo per chi sta a dieta o per chi è affetta da diabete.
Tra le proprietà da riconoscere alla zucca si apprezzano vitamina A e C, betacarotene e svariati minerali tra cui calcio, potassio e fosforo. Si consiglia sempre di acquistarne di mature e sode, vale a dire che la buccia dovrò essere di un bel colorito e colpendola con le mani dovrà emettere un suono sordo; se notate che il picciolo è troppo secco o addirittura si stacca, vuol dire che la zucca è abbastanza vecchia. Quest’ortaggio si conserva in un luogo fresco e buio, ma una volta aperta va avvolta nella pellicola e risposta in frigo; dopodiché è utile consumarla nel giro di pochi giorni.
Infine, per quanto riguarda il consumo si consiglia da cotta.

 

ricetta come pulire la zucca, peccato di gola di giovanni

 

Passiamo alla polpa: come pulire la zucca?

Innanzitutto la scelta sta nella lama. Utilizzate un coltello trinciante ben affilato e datele un colpo netto e preciso, spingete tra manico e lama con entrambe le mani e dividetela a metà o in 4 parti. Poi con un cucchiaio andate ad estrarre la parte centrale, composta dai filamenti che trattengono i semi. Raccogliete questi ultimi per poi sciacquarli accuratamente sotto l’acqua. Dopo averli asciugati per bene, li potrete trasferire su una leccarda con carta forno e cospargerli di sale e spezie e infine cuocerli in forno statico a 200° fino a farli dorare. In questo modo otterrete dei semi tostati da sgranocchiare quando preferite!

 

come pulire la zucca, peccato di gola di giovanni
Passiamo adesso al taglio. In base alla ricetta scegliete se ottenere delle falde o dei cubetti, questi i tagli principali, ma ovviamente tocchetti, triangoli e pezzi irregolari saranno sempre la valida alternativa.

 

come pulire la zucca, peccato di gola di giovanni 2
Se la ricetta non lo prevede potrete anche lasciare la buccia della zucca e cuocerla, per esempio, al forno!
Da recenti studi, inoltre, è emerso che anche la buccia della zucca è una parte edibile (una volta cotta), perciò se preferite potete consumarla.

 

E dopo aver svelato tutti i modi su come pulire la zucca, qualche suggerimento sul come consumarla? Scoprite quante ricette con la zucca ho preparato!

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus 🙂 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.