Crea sito

Cioccolato plastico bianco

Il cioccolato plastico bianco viene utilizzato in pasticceria per creare meravigliose decorazioni. Si lascia lavorare molto facilmente e si presta benissimo a tutti i tipi di forme che volete creare.

Seguite anche il tutorial rosa di cioccolato plastico.

La ricetta l’ho presa dalla bravissima Evelin del blog Evelin decora

Ingredienti:
200gr di cioccolato bianco, 30gr di miele o glucosio, 100gr di zucchero a velo, 10gr di acqua; coloranti se volete.

[banner network=”adsense” size=”336X280″ type=”default”]

Preparazione:
Tagliuzzate il cioccolato bianco e mettetelo in una pentola a bagnomaria, operazione importantissima perché il cioccolato bianco tende subito a bruciare e a diventare grumoso, quindi con pazienza lasciatelo fondere. Una volta fuso, togliete dal fuoco e versate l’acqua, mescolate e poi subito il miele; mescolate accuratamente, noterete che subito la consistenza cambierà.

Versate almeno la metà dello zucchero su una superficie, ideale è quella di marmo, e iniziate a lavorare come se fosse un impasto. Mano a mano che lavorate noterete che il cioccolato bianco tenderà a “sudare” burro, asciugatelo tranquillamente con un fazzoletto pulitissimo. Non appena il composto avrà raggiunto la giusta consistenza, ossia una massa molto compatta avrete ottenuto il cioccolato plastico bianco.

Il cioccolato plastico bene si conserva benissimo avvolto nella pellicola. D’inverno potrete lasciarlo in un posto al fresco, d’estate è consigliabile in frigo. Poiché al contatto con il freddo, il cioccolato plastico bianco, solidifica, tenetelo qualche istante tra le mani così da farlo riscaldare e divenire nuovamente malleabile.

[banner]

5) il cioccolato plastico bianco pronto
5) il cioccolato plastico bianco pronto

Pubblicato da Giovanni Castaldi

Giovanni classe 86, sono un partenopeo doc, con la grande passione per la cucina! Adoro sperimentare dal dolce al salato indistintamente e ho questo piccolo spazio dove condivido le mie ricette. Segui anche le mie video su Giallo Zafferano!

53 Risposte a “Cioccolato plastico bianco”

  1. Bravissimo! è tanto che mi voglio cimentare in questa preparazione.. ottima alternativa alla pdz e mmf;)

  2. Bravissimo Giovanni! Sei stato molto più esaustivo di me nella spiegazione e ti ringrazio di cuore per avermi citata nel tuo meraviglioso blog! Torno domani per vedere la rosa, 1 abbraccio, Evelin 😉

  3. Interessante…in queste cose non mi sono mai cimentata ma mi piacerebbe tantissimo per cui domani seguirò il tutorial…bravo sempre

  4. Hei ciao, io in genere faccio l’MMF…ma sono sicura questo sia più buono… devo proprio provare…
    Grazie per essere passato sul mio blog…che non aggiorno da tanto….
    Ciaooo

  5. Ciao e complimenti per la spiegazione veramente ottima, la mia domanda e ‘ questa, se voglio avere ancge delle altre colorazioni del cioccolato oltre il bianco, come le posso avere? Ho letto con i coloranti, si ma posso sapere che tipo di coloranti?dove li posso acquistare e se hai una foto per capire come sono fatti?? Ti tingrazio in anticipo .. Un abbraccio

    1. @ Alexia, ciao grazie per le parole. Di foto non ne ho, ma forse puoi trovare qualcosa qui: https://blog.giallozafferano.it/peccatodigola/marshmallow-fondant-mmf/ cmq i coloranti li trovi in molti alimentari, negozi di pasticceria e ipermercati (io li trovo sempre da quello con il pollo rosso e verde 😉 ) in commercio li trovi sia liquidi che in gel, quelli in gel sono anche meglio, ne basta una punta per ottenere ottime tinte 🙂

  6. Ciao Giovanni, questa ricetta mi ha incuriosita parecchio e vorrei chiederti. .. si può fare anche con cioccolato fondente o al latte? Se sì, in quel caso non suderà burro perché non c’è. Posso stenderlo come una sfoglia e ricoprirci una torta come faccio con la pdz? Grazie, un saluto da Sabrina.

    1. Ciao Sabrina, in realtà il cioccolato contiene sempre una massa grassa, ma quello fondente è quello che ne contiene di meno. Quindi una piccola “sudorazione” è prevista a prescindere 😀 ma nulla di eccessivo. Si puoi fare la stesso procedimento anche per quello fondente quindi, al latte credo di si ma lì non garantisco 😀 il cioccolato plastico può essere steso come la pdz, anzi io lo preferisco per le decorazioni! ciao cara

  7. A me è venuto un composto friabile… fa le crepe come lo tocchi e si sbriciola. Poi non ho capito bene la parte dello zucchero a velo. Bisogna usarne 100g o almeno la metà? Qui c’è scritto di usarne almeno la metà su un piano da lavoro ma l’altra metà? Possibile che il mio errore sia dovuto ad un eccesso di zucchero a velo?

    1. Ciao Veronica, una parte va sulla spianatoia e l’altra va aggiunta all’impasto.
      Vorrei capire una cosa, si sbriciola appena lo tocchi oppure anche dopo averlo lavorato un po’?

  8. Le stesse dosi vanno bene anche per il cioccolato plastico fondente? Devo solo sostituire 200g di cioccolato bianco con quello fondente?
    Grazie mille 😉

  9. Ciao! ho provato a seguire la ricetta con il miele ma mi è venuto un composto che si sbriciola molto facilmente e quindi non riesco a fare le decorazioni. Come potrei risolvere il problema??

    1. Ciao Elisa, mi dispiace! Forse dipende da uno sbalzo di temperatura che ha fatto cristallizzare lo zucchero.. prova a lavorarlo ancora un po’ con le mani, in modo da ammorbidirlo ulteriormente… un saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.