Brodo di cappone

Soltanto di recente ho scoperto che a casa mia c’è una nuova e bellissima tradizione da portare avanti. Prima di questo però devo dirti che quasi sempre la domenica chiamo un po’ di amici a raccolta per il pranzo. Sì, il pranzo è indubbiamente il miglior modo che io conosca per stare tutti insieme mentre si mangia qualcosa di buono. E se la pietanza ci scalda il cuore, meglio ancora!

Ok, ferma. Sono quasi sicuro che stai pensando alla pasta al forno! Beh, non hai tutti i torti. Durante le stagioni più calde ne propongo davvero di svariate. Ma durante quelle più fredde invece ci vogliono dei buoni piatti caldi, che scaldano corpo e anima. Perciò largo alle minestre e lasciamo spazio al comfort food. E qual è diventato il nostro comfort food? Il brodo! Semplice, da preparare e negli ingredienti, caldo, che ristora. E così di recente ho preparato il brodo di cappone, che è una preparazione tipica del periodo natalizio. C’è chi infatti lo consuma per il pranzo di Natale e chi invece per quello di capodanno. Proprio perché il brodo è tutto quello che ti dicevo prima: è tradizione, è famiglia, è buono.

Ho scelto il cappone perché è un protagonista davvero d’eccellenza. Le sue carni sono più tenere e succose rispetto ad un qualunque altro pollo. Perciò il brodo di cappone risulterà più intenso e saporito se paragonato a quello classico di gallina. A rendere così saporito il pollo è anche la pelle, che qualcuno paragona a quella d’oca, per via della quantità di grasso e la sua colorazione è più giallognola. Insomma è una varietà sicuramente interessante e saporita e perciò indicata per le feste.

Intanto ti ho parlato della ricetta del brodo di cappone, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

ricetta brodo di cappone, peccato di gola di giovanni
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    120 minuti
  • Porzioni:
    Dosi per 4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Cappone 1,5 kg
  • Patate (medie) 2
  • Carote (grande) 1
  • Sedano 2 coste
  • Pomodorini ciliegino 4
  • Cipolle dorate (media) 1
  • Pepe nero in grani q.b.
  • Chiodi di garofano 2
  • Alloro 1 foglia

Preparazione

  1. Per preparare il brodo di cappone comincia lavando per bene le verdure. Spunta sedano e carota e spella soltanto la cipolla. Quindi procedi tagliando a pezzi grossolani sedano, carote, cipolla, patate e pomodorini. Man mano raccogli tutto in una pentola molto capiente. Aggiungi i grani di pepe, i chiodi di garofano e la foglia di alloro.

    brodo di cappone, peccato di gola di giovanni 1
  2. Metti un attimo in disparte e occupiamoci del cappone. Se non fosse già pulito dovrai accertarti che l’interno sia svuotato, poi tagliare le 4 zampe e la testa. Successivamente se dovessi notare delle piume molto grosse allora potrai staccarle con una pinzetta. E per finire potrai bruciare quelle più piccole passando il pollo sul fornello o utilizzando un cannello. Quindi copri con abbondante acqua fredda e metti la pentola sul fuoco. Aggiusta di sale e porta a bollore, dopodiché abbassa un po’ la temperatura e cuoci per un paio d’ore.

  3. Ricorda di raccogliere con un mestolo tutto il grasso che affiorerà e di metterlo da parte. Trascorso il tempo il tuo brodo sarà pronto, se vuoi tuffare la pasta ti consiglio di mettere da parte il cappone. Inoltre non scordare di rimuovere l’alloro, i grani di pepe e i chiodi di garofano. Infine puoi guarnire la pasta con un po’ di grasso di pollo.

  4. Ecco pronto il tuo brodo di cappone, non ti resta che gustarlo!

    ricetta brodo di cappone, peccato di gola di giovanni 2

I consigli di Giovanni

  • Scegli le verdure di stagione che più ti piacciono per ottenere un brodo sempre più buono;
  • Una volta cotto il cappone potrai scegliere di servirlo in pezzi oppure di sfilacciarlo a mano, in questo caso potrai servirlo insieme alla pasta, o con delle verdure lesse o semplicemente immerso nel brodo, come fosse una zuppa;
  • Per non stare a scartare gli aromi puoi rinchiuderli all’interno di una garza sterile chiusa con dello spago da cucina;
  • La carne del pollo che avanza, frullata insieme a del prosciutto cotto o pancetta, diventa un ottimo ripieno per la pasta fresca;
  • Quando preparo la pasta in brodo di cappone scelgo sempre quella fresca e ripiena di carne, successivamente spolverizzo il piatto con abbondante parmigiano grattugiato e una grattata di pepe!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.