Arrosto all’uva

L’equilibrio è l’ingrediente principale per la preparazione dell’arrosto all’uva. Infatti è proprio grazie a questo che si può ottenere un secondo piatto succulento e molto saporito. La tenera carne di vitello sposa infatti due sapori che insieme sprigionano un gusto molto intenso. Da una parte l’uva, dolce e delicata, che dopo la cottura diventa morbida e riesce ad intenerire ulteriormente la carne; dall’altra abbiamo un mix di erbe aromatiche intense con note boschive e dal sapore tenace quali rosmarino, salvia e alloro.
L’arrosto all’uva perciò, grazie ai suoi sapori armonici, si presta perfettamente a questo delizioso gioco di sapori che, tra una mossa e l’altra,vi farà sfoggiare in tavola un secondo piatto da grandi occasioni!

 

Ingredienti per 4 – 6 persone:

1 kg di noce di vitello, 250 g di uva bianca, 250 g di uva nera, 200 g di vino bianco, 2 coste di sedano, 1 carota grande, 1 cipolla grande, 1 rametto di rosmarino, 1 rametto di salvia, 2 foglie di alloro, una noce di burro, un filo d’olio extravergine d’oliva, una presa di sale, un pizzico di pepe nero macinato.

 

ricetta arrosto all'uva, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione dell’arrosto all’uva:

  • Per prima cosa cominciate dalla pulizia delle verdure. Pelate le carote e tagliatele in 2 – 3 parti, a seconda della grandezza. Poi passate al sedano, eliminate le punte e poi tagliate anche questo a tocchetti. Infine dividete a metà la cipolla e sbucciatela. Tenete da parte questi ingredienti.

arrosto all'uva, peccato di gola di giovanni 1

  • Intanto legate l’arrosto, se non sapete farlo chiedetelo al vostro macellaio, e inserite sotto lo spago rosmarino, salvia e le foglie di alloro. In una padella scaldate dell’olio insieme al burro dopodiché aggiungete il pezzo di carne e lasciatelo sigillare per un paio di minuti per ogni lato.

arrosto all'uva, peccato di gola di giovanni 2

  • Non appena la carne sarà scottata per bene, sfumate con il bino bianco e lasciate evaporare completamente l’alcol. Trasferite la noce in una pirofila e aggiungete gli ortaggi che avete preparato in precedenza insieme ad uno spicchio d’aglio sbucciato. Salate ogni parte della carne, poi versate il condimento e spolverizzate con il pepe nero. Cuocete in forno preriscaldato in modalità statica a 180° per un’ora, rigirando di tanto in tanto.

arrosto all'uva, peccato di gola di giovanni 3

  • Nel frattempo potete occuparvi dell’uva: staccate tutti gli acini dai rametti, poi passateli sotto l’acqua e asciugateli. Divideteli a metà ed eliminate i vinaccioli, cioè i semini, e continuate così per tutti.

arrosto all'uva, peccato di gola di giovanni 4

  • Una volta trascorsa l’ora di cottura estraete la teglia, scartate gli ortaggi e unite gli acini appena aperti. Mescolate e lasciate cuocere ancora per 30 minuti. A fine cottura attendete un po’ che si intiepidisca e poi potete affettare.

arrosto all'uva, peccato di gola di giovanni 5

  • Finalmente il vostro arrosto all’uva è pronto, servitelo pure!

 

 

[disclaim]

Qualche consiglio:

per girare la carne non utilizzate le forchette piuttosto delle spatole, dei cucchiai di legno o dei semplici cucchiai da cucina, così facendo eviterete che l’arrosto si laceri facendo fuoriuscire i succhi interni;
i tempi sono sempre indicativi, ricordate che potete fare una prova con uno spiedino e se dopo la puntura notate del liquido rosa, allora la carne necessita di altra cottura (come prima, cercate di non pungere troppe volte);
la carne calda non si presta bene per essere tagliata perciò potete preparare in anticipo l’arrosto, affettarlo e poi scaldare il fondo in cui andrete ad adagiare la carne per farla riscaldare.

[/disclaim]

 

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.