Pasta madre

Pasta madre.

Con questo post voglio descrivervi il procedimento per ottenere la pasta madre o lievito naturale. La creazione e la cura della pasta madre richiede tempo e pazienza, soprattutto per i successivi rinfreschi, ma una volta che ci si appassiona è difficile farne a meno. Gli ingredienti per iniziare sono: 200 gr. di farina 00, 100 gr. d’acqua e un cucchiaino di miele. Va benissimo un miele delicato tipo millefiori. Tra gli appassionati della pasta madre è usanza dare il nome alla propria creatura, noi l’abbiamo chiamato TOTO. (Il nome l’ha scelto mia figlia). E questo è Toto:

Ricetta pasta madre Divertirsi in cucina

 

Per guardare la video preparazione con tutti i passaggi giorno per giorno cliccate qui: PASTA MADRE.

 

Ingredienti:

  • 200 gr. di farina 00
  • 100 gr. d’acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di miele

Procedimento:

1° GIORNO

Mescolate in una ciotola 200 gr. di farina 00, 100 gr. d’acqua tiepida e un cucchiaino di miele. Impastate e formate una palla. Fate sopra un taglio a croce e riponete il tutto in un barattolo di vetro alto (precedentemente sterilizzato), coperto con della pellicola trasparente bucherellata in modo che il composto respiri. Riponete il barattolo in un luogo riparato a temperatura ambiente per 48 ore. Io l’ho riposto in dispensa.

Ricetta pasta madre divertirsi in cucina

 

 

2° GIORNO: La pasta madre riposa. Non bisogna fare niente.

3° GIORNO:  Primo rinfresco. Togliete la crosticina formatasi in superficie e prelevate 200 gr. di composto (il resto va buttato). Impastate con 100 gr. d’acqua tiepida e 200 gr. di farina 00. Formate una palla e riponete la pasta madre nel barattolo di vetro alto. Copritelo con la pellicola bucherellata e infine mettetelo in dispensa per 48 ore. 

Ricetta pasta madre divertirsi in cucina

 

4° GIORNO: A riposo.

5° GIORNO: 2° RINFRESCO. Eliminate la prima parte molto delicatamente e prelevate dal barattolo 200 gr. di lievito. Mettetelo in una ciotola e scioglietelo appena con 100 gr. d’acqua tiepida, aiutandovi con una forchetta. A questo punto aggiungete 200 gr. di farina e lavorate l’impasto fino a quando non prende corpo. Praticate un taglio a croce e mettete a lievitare come avete fatto nei giorni scorsi, sempre coperto, e per 48 ore.

Ricetta pasta madre Divertirsi in cucina

6° GIORNO: A riposo.

7° GIORNO: TERZO RINFRESCO. Da oggi c’è una piccola novità, cioè iniziano i rinfreschi quotidiani. Il procedimento è sempre lo stesso. Eliminate la prima parte molto delicatamente e prelevate dal barattolo 200 gr. di pasta madre (il resto si butta via). Scioglietelo in 100 gr. d’acqua tiepida e 200 gr. di farina 00. A riposo come al solito: nel barattolo coperto da pellicola bucherellata e in dispensa. Stavolta il riposo è per 24 ore.

8° GIORNO: QUARTO RINFRESCO.

9° GIORNO: QUINTO RINFRESCO

Ricetta pasta madre Divertirsi in cucina

10° GIORNO: 6° RINFRESCO

11° GIORNO: 7° RINFRESCO

Ricetta pasta madre divertirsi in cucina

 

12° GIORNO: 8° RINFRESCO

13° GIORNO: 9° RINFRESCO

14° GIORNO: DECIMO RINFRESCO

15° GIORNO: ULTIMO RINFRESCO

Ricetta pasta madre divertirsi in cucina

 

 

Da oggi la pasta madre va conservata in frigorifero e va rinfrescata ogni 4-5 giorni.

 

COME UTILIZZARE LA PASTA MADRE:

SE VOLETE PRODURRE:

Se volete produrre tirate la pasta madre fuori dal frigo, e lasciatela a temperatura ambiente per 30 minuti. Tiratela fuori dal barattolo, pesatela e rinfrescatela tutta.  Ricordate sempre questa proporzione: 2 parti di farina e 1 parte d’acqua.

Su una quantità a nostra scelta (io consiglio sui 200 gr.), pratichiamo la croce sopra e la rimettiamo nel barattolo in vetro. Lasciamo a temperatura ambiente per 30 minuti e poi la mettiamo in frigo.

L’altra parte, la mettiamo a lievitare per 3/4 ore a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo può essere aggiunta ai nostri impasti.

SE NON DOVETE PRODURRE:

Se non dovete produrre tirate la pasta madre fuori da frigo e lasciatela a temperatura ambiente per 30 minuti. Prelevate circa 150-200 gr. di pasta madre (il resto lo buttate via), mettetela in una ciotola e rinfrescatela con 2 parti di farina e 1 parte d’acqua. Lavoratela, praticate il taglio a croce e riponetela nel barattolo. Lasciatela a temperatura ambiente per 30 minuti e riponete in frigo.

 

Ricetta pasta madre Divertirsi in cucina

 

Spero di essere stata chiara e di essermi spiegata bene.

Vi aspettiamo sul nostro canale YOUTUBE con tante video ricette e sulla nostra pagina FACEBOOK.

Precedente Panini all'olio Successivo Torta salata ai peperoni

19 commenti su “Pasta madre

  1. Alessandro il said:

    Ciao, sto seguendo il tuo tutorial per realizzare la pasta madre, io uso farina bio 0 e sta venendo bene comunque, dopo 10 giorni in quattro ore già triplica il volume dopo il rinfresco, altra cosa, non ho usato il miele e spero nn sia un problema ma se nn sbaglio ha solo funzione di starter.
    Ti faccio i miei complimenti per il video tutorial, mi hai reso la cosa più facile 🙂
    Ciao da Alessandro.

    • Ciao, sono contenta di sapere che hai iniziato il procedimento per la creazione della pasta madre, vedrai quante soddisfazioni ti darà. Per attivare la pasta madre c’è bisogno di un attivassero, in questo caso il miele. E’ stranissimo che ti sia uscito e stia lievitando senza attivatore. Non succede quasi mai. Probabilmente avrà preso l’attivatore d’aria dal posto dove è stato impastato. Nell’aria ci sono batteri, però ci vuole veramente fortuna. Comunque se sta lievitando è sanissima. Per qualsiasi cosa mi raccomando chiedimi pure 🙂

  2. Emanuela il said:

    Complimenti per il video. Vorrei sapere perché dopo il primo rinfresco il preparato ha lievitato moltissimo e poi si è abbassato tutto insieme. Grazie

  3. Tina) il said:

    Salve,complimenti per il video è bellissimo.Volevo sapere perché dopo il primo rinfresco (sarebe il terzo giorno come fai vedere nel video)l’ impasto si è sgonfiato,il giorno prima (il quarto)era cresciuto benissimo ma quando l’ ho preso per il rinfresco era sgonfio,così ho avuto dei dubbi e ho buttato tutto.Oggi ho iniziato di nuovo la pasta madre, perché ci tengo tantissimo a farlo. Puoi rispondermi per favore se mi succede di nuovo che devo fare?Grazie.

    • Ciao, ti ringrazio per i complimenti sei veramente tanto gentile. Questo è accaduto perché la tua pasta aveva raggiunto il punto di massima lievitazione, quindi poi si è sgonfiato. Questo è normale. Non occorreva buttarla via. Dovevi procedere al rinfresco come da ricetta. Mi fa tanto piacere sapere che non ti sei scoraggiata e hai riprovato. Allora segui alla lettera la ricetta, non apportare nessuna modifica, non spaventarti se a giorni non lo vedrai crescere e neanche se lo vedrai uscire fuori dal barattolo. Prosegui ai rinfreschi nel giorno e nell’ora stabilita. E mi raccomando per qualsiasi dubbio scrivimi. Sarò felice di seguirti passo passo.

  4. Ciao, grazie mille per questa ricetta cosi dettagliata. Ho ricevuto in regalo la macchina del pane e vorrei utilizzare del lievito naturale. Spero di riuscirci anche perchè faccio il pane ogni 3-4 giorni.
    Devo utilizzare farina biologica e acqua del rubinetto o acqua minerale?
    Grazie e a presto
    Cristina

    • Ciao, grazie a te per aver seguito una mia ricetta. Riuscirai sicuramente a produrre il tuo pane con la pasta madre, anche se il procedimento è un po’ lungo, però ne vale veramente la pena. e una volta provato sarà difficile farne a meno. Per quanto riguarda l’acqua io utilizzo quella minerale ma perché a casa mia non è buona l’acqua, quindi devo per forza acquistarla. Se da te la bevi, puoi tranquillamente usarla. Per quanto riguarda la farina, l’importante è che sia 00. Poi la marca e il tipo puoi scegliere tu. Io ho utilizzato la farina marca Conad perché ha una buona quantità di proteine. Mi raccomando, tienimi aggiornata e mi raccomando se hai delle domande chiedimi pure. Scusa il ritardo nella risposta, ma se sono fuori casa ho difficoltà a rispondere qui, se mi contatti su you tube, rispondo anche da cellulare 🙂 quindi sono sempre reperibile.

  5. Marco il said:

    Ciao, grazie per il video: molto chiaro e esaustivo! Oggi penso di lanciarmi con la mia prima pasta madre ma prima di farlo ho una domanda: fra un mese partiro’ in vacanza per 16 giorni e quindi non potro’ rinfrescare la pasta madre. Secondo sopravviverà fino al mio ritorno? Grazie mille

    • Ciao, mi fa piacere sapere che vuoi iniziare il procedimento per la creazione della pasta madre, e mi fa piacere sapere che hai trovato le spiegazioni chiare. Il mio consiglio è quello di iniziare il procedimento quando torni dalle vacanze. Una pasta madre in nascita ha bisogno di cure. 16 giorni sono troppi per lasciarla. Neanche se è forte e ben avviata si può lasciare per 16 giorni. A meno che non la affidi a qualcuno che può rinfrescarla al posto tuo. Spero di esserti stata utili, se hai altre domande chiedi pure.

      • Marco il said:

        Grazie mille, faro’ cosi 🙂 ho iniziato la pasta madre il 2/8 e, fortuna delle fortune, ha preso subito. Ho rinfrescato secondo la tua ricetta. Da oggi è in frigo. Non vedo l’ora di provarla. Parto in vacanza tra due settimane. Distribuirò un po’ di pasta madre a vari amici nella speranza che riescano a tenerla in vita 🙂 a presto

  6. Daniela il said:

    Ciao,
    ho iniziato a fare il lievito madre grazie alla tua fantastica ricetta.
    Sono al 5 giorno, volevo chiederti come andrà conservato in frigorifero? Il barattolo di vetro va chiuso ermeticamente?
    Grazie mille.
    Buona giornata

    • Ciao, mi fa piacere sapere che hai iniziato il procedimento per la creazione della pasta madre. Mi raccomando per qualsiasi cosa non esitare a contattarmi. Meglio una domanda in più che una in meno. Bisogna mettere la pasta madre all’interno di un barattolo di vetro in frigorifero. Il coperchio va solo appoggiato, non bisogna chiuderlo ermeticamente, ma solo appoggiarlo. Spero di esserti stata utile.

  7. Federico il said:

    Ciao e complimenti, sono arrivato al 5° giorno o 2° rinfresco, ho avuto difficoltà ad estrarre la pasta dal barattolo perché troppo collosa, ma è normale???? Comunque sono andato avanti. grazie ciao.

    • Ciao e scusa e ritardo. All’inizio l’impasto è morbido e appiccicoso..quindi hai fatto bene a proseguire. Nel corso dei giorni la pasta madre cambierà aspetto. Non preoccuparti e continua a seguire le indicazioni alla lettera. Mi raccomando per qualsiasi cosa chiedimi pure e tienimi aggiornata. Carla.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.