Freekeh grano verde dalle fantastiche proprietà benefiche

Conoscete il grano Freekeh? È un grano verde raccolto prematuramente, appartiene alla specie Triticum Turgidum, noto anche con il nome Farik. Il grano Freekeh, è raccolto giovane, quando ancora non è giunto a maturazione, è molto più ricco di proteine e vitamine rispetto al grano normale. Inoltre a livello nutrizionale supera il riso e contiene, calcio, ferro, potassio e zinco. Dunque un grano che offre molteplici proprietà e innumerevoli benefici al nostro corpo, scopriamo insieme quali sono e come prepararlo!

freekeh
Freekeh grano verde

Freekeh grano verde proprietà e benefici

Il freekeh, è un grano che risale a centinaia di anni ed è prodotto in Medio Oriente. Parliamo, dunque di un grano antico, le cui tracce si trovano anche nella Bibbia. Come detto prima la raccolta del grano freekeh, avviene quando è ancora verde ed è questa, la caratteristica che lo differenzia da quello normale. Appena raccolto viene essiccato al sole per ventiquattro ore, dopodiché, si procede alla tostatura, che ha una doppia funzione: primo eliminare l’umidità, rendendo i chicchi duri e asciutti, poi fissare i valori nutrizionali che al momento del raccolto sono al loro massimo. Al termine della tostatura c’è la fase di trebbiatura che è fatta a mano, ma quello che lo rende speciale, è il suo sapore che ricorda la nocciola. Tuttavia, è bene chiarire, che essendo un grano, non è privo di glutine, quindi non adatto a chi soffre di questa allergia.

Benefici del grano verde

Il freekeh, è ricco di proteine e di fibre, rispetto al riso integrale ha una maggiore quantità. Questo fattore lo rende un ottimo alleato, riduce la fame nervosa ed è saziante. Come già sappiamo, è scientificamente provato che l’assunzione di fibre, aiuta a perdere peso. Essendo poi ricco di proteine, potrebbe essere l’alimento adatto a chi segue uno stile vegano o vegetariano. Inoltre, la quantità di fibre presenti aiutano l’intestino, perché funziona anche come prebiotico, promuovendo la crescita dei batteri buoni.

Essendo poi un cereale con pochi zuccheri, è perfetto anche in caso di diabete, poiché tiene sotto controllo la glicemia e il colesterolo alto. Ma non è tutto, questo cereale mantiene in salute anche agli occhi, grazie ai carotenoidi: zeaxantina e luteina. Questi antiossidanti, proteggono dalle malattie che colpiscono la cataratta, ossia la degenerazione maculare che si può verificare con l’età. Insomma, solo buoni motivi per integrare questo cereale nella nostra alimentazione, ma come si cucina il Freekeh?

Come preparare il Freekeh

Come tutti i cereali anche la cottura del grano antico, è molto semplice. Si può fare tramite bollitura, al microonde, in vaso cottura e anche in pentola a pressione. La proporzione da seguire è di uno a due, ogni tazza di freekeh, due tazze d’acqua. Per la cottura in pentola portare l’acqua in ebollizione, nel frattempo tenere a bagno il grano, poi sciacquarlo bene e cuocerlo con sale e filo d’olio per circa 15 minuti. Possiamo gustare questo fantastico cereale, sia caldo che freddo. Preparandolo in zuppe con legumi, all’insalata con verdure e pollo grigliati, ma fare anche un porridge per una sana colazione.