Crea sito

Pasta alla Paolina

Pronti…?! Forchettina alla mano andiamo in Sicilia con la pasta alla Paolina. Questa ricetta mi ha incuriosito quanto la sua storia … ve la riassumo in breve…
Questa ricetta della pasta alla Paolina ha radici lontane, si narra che a quel tempo in questo convento c’era la regola nel periodo quaresimale di non consumare carne, questo frate che era addetto a cucinare in questo convento introdusse per dare sapore e gusto alla ricetta degli aromi che non possono mancare se si vuole preparare questa ricetta povera, ma antica e tipica della cucina Palermitana. Vediamo insieme come realizzare la Pasta alla Paolina.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gpasta (a piacere io ho usato i cannerozzetti)
  • 1 spicchioaglio
  • 4 filettiacciuga sott’olio
  • 1 pizzicocannella in polvere
  • 1 pizzicochiodi di garofano macinati
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 4 fogliebasilico
  • 1 pizzicosale
  • 1 pizzicopepe
  • 500 mlpolpa di pomodoro
  • 3 cucchiaipangrattato (rasi)

Preparazione

  1. in una padella antiaderente fate rosolare l’aglio con un filo d’olio, quando sarà imbiondito eliminatelo. Unite le acciughe che al contatto con il calore si scioglieranno. Versate la polpa di pomodoro qualche foglia di basilico, la cannella i chiodi di garofano, il sale e pepe e fate cuocere per una ventina di minuti.

  2. Nel frattempo in una padellina tostate il pangrattato senza bruciarlo, appena sarà ambrato toglietelo dal fuoco e tenetelo da parte.

  3. Mettete su l’acqua per la pasta cuocete i cannerozzetti o la pasta che preferite in abbondante acqua salata, scolatela al dente e unitela in padella con il condimento, fatela insaporire per bene, impiattate con una spolverata di pangrattato tostato e una foglia di basilico fresco

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.