Maritozzi alla Romana – panini dolci dell’antica Roma

In un tempo lontano a Roma, i romani  per alleggerire il digiuno che si eseguiva nel periodo quaresimale, avevano  il permesso di mangiare alcuni dolci, tra cui i maritozzi, erano semplici, poveri per gli ingredienti, ma molto molto buoni, e ricchi di energia, vediamo come realizzare i nostri maritozzi alla Romana, ideali per la prima colazione.

  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 10 pezzi

Ingredienti

  • 305 g Farina 00
  • 110 g Uvetta
  • 60 g Pinoli
  • 40 g Cedro candito
  • 50 g Zucchero
  • 50 g pasta da pane
  • 2 Uova
  • 5 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • Sale

Preparazione

  1. Lavorate la pasta da pane con 100 g di farina, la pasta di pane la trovate tranquillamente nei supermercati, aggiungete un uovo un pizzico di sale, e un cucchiaio di olio. Date la forma di una palla al vostro impasto, adagiatela in una ciotola e fatela lievitare e riposare per almeno 4 ore coperta con un telo da cucina. Intanto rianimate l’uvetta in una tazza con dell’acqua tiepida.

    Trascorso il tempo indicato prendete la pasta e unite la farina e l’olio rimasti, con lo zucchero il secondo uovo e un pizzico di sale, ammorbidite la pasta con un pò d’acqua calda e impastate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

    Strizzate bene l’uvetta asciugatela e unitela alla pasta, aggiungete anche i pinoli tritati il cedro fatto a pezzettini e lavorate il panetto con le mani per una decina di minuti.

    Dividete il panetto in 10/12 paninetti, adagiateli su una leccarda rivestita di carta forno, e fateli lievitare per altre 6 ore. Riscaldate il forno a 180 gradi ed infornate i vostri maritozzi e fateli cuocere per 15 minuti fino a doratura. Sfornate fateli raffreddare e serviteli.

Note

3,3 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.