Ciambella alla liquirizia

Se amate la liquirizia questa ciambella è proprio il dolce giusto.

Da bambina masticavo le stringhe di liquirizia con una certa assiduità, e anche quando mia mamma le nascondeva riuscivo sempre a trovarle perché sentivo subito il profumo.

Forse il gusto della liquirizia continua a piacermi anche per questo ricordo dell’infanzia.

Quando trovo la liquirizia in polvere la prendo sempre per preparare i dolci, e dal momento che è iniziato il caldo, e io soffro di pressione bassa, ho pensato di fare una ciambella alla liquirizia per la prima colazione.

Una semplice ciambella di quelle che ci preparava la nonna in cui nella ricetta ho inserito la liquirizia in polvere, e cotta nel fornetto Versilia, perché se deve essere un dolce ricordo, lo deve essere in tutto e per tutto!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

200 g farina di riso
100 g liquirizia in polvere
200 g zucchero
50 g fecola di patate
200 g uova
120 ml acqua
120 ml olio di semi di girasole
16 g lievito in polvere per dolci

Strumenti

Carta forno

Passaggi

Preparazione della ciambella

In una ciotola abbastanza capiente unisci la farina, la liquirizia, la fecola e il lievito, poi setaccia il tutto trasferendo in un altro contenitore.

In una ciotola capiente sbatti i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.

Versa un poco per volta l’olio e sempre lavorando aggiungi anche l’acqua.

Poi sempre un poco per volta unisci le polveri che avevi setacciato.

Monta gli albumi a neve, ricorda che le uova devono essere a temperatura ambiente.

Ora incorpora al primo composto gli albumi lavorando adesso con una spatola e sempre dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Cottura della ciambella

Fodera con la carta forno l’interno della pentola fornetto.

Versa delicatamente il composto al suo interno.

Posa lo spargifiamma su un fornello medio a fiamma vivace.

Chiudi il fornetto e posalo sullo spagifiamma e continua la cottura vivace per 5 minuti, poi abbassa al minimo la fiamma.

Dopo circa 50 minuti infila un bastoncino nel foro del coperchio del fornetto e se questo appare asciutto vuol dire che la ciambella è cotta, quindi spegni la fiamma.

Se il bastoncino esce umido continua la cottura fino a quando apparirà asciutto.

Non alzare mai il coperchio prima dei 50 minuti altrimenti la ciambella si sgonfia.

Appena la ciambella è tiepida trasferiscila su di un piatto da portata, capovolgendola prima, e se lo desideri spolvera dello zucchero a velo.

/ 5
Grazie per aver votato!