BERTAGNI’ O MERLUZZO FRITTO

Ebbene sì, anche a Brescia abbiamo il nostro street food e si tratta del BERTAGNI’ O MERLUZZO FRITTO.
Brescia non è esattamente una città marittima, ma in passato il venerdì, giorno di magro, in tavola veniva servito per l’appunto il pesce e uno dei pochi pesci di mare economici che tutte le famiglie potevano permettersi era appunto il baccalà che altro non è che merluzzo nordico salato ed essiccato.
In origine la preparazione di questo piatto richiedeva anche diversi giorni perché il pesce doveva prima essere ammollato e dissalato in acqua. Fortunatamente ora i tempi sono cambiati e in vendita si trova già il baccalà ammollato e per preparare il Bertagnì non resta altro da fare che preparare la pastella e procedere con la frittura. La mia ricetta della pastella non so se sia quella originale ma è quella che mi è stata tramandata da mia suocera e credetemi vale veramente la pena assagguarlo!

BERTAGNI O MERLUZZO FRITTO
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 800 gbaccalà ammollato
  • 150 mllatte (freddo di frigorifero)
  • 150 mlbirra (fredda di frigorifero)
  • 250 gfarina 00
  • q.b.olio di semi di arachide

Preparazione del Bertagnì o merluzzo fritto

  1. Per preparare il Bertagni’ o merluzzo fritto iniziate preparando la pastella versando in una ciotola il latte, la birra, aggiungete, poca per volta, la farina e mescolate con una frusta per evitare la formazione di grumi. Dovrete ottenere una pastella bella liscia e non troppo liquida. Lasciate riposare per circa 15 minuti.

  2. Nel frattempo dedicatevi al merluzzo togliendo eventuali lische e tagliandolo a dadini non troppo grossi. Questo faciliterà la cottura del vostro pesce. Scaldate abbondante olio di semi di arachide (180°). Prendete un cubetto di pesce passatelo nella pastella, scolando quella in eccesso e mettetelo a friggere.

  3. In base alla quantità di olio usata regolatevi quanti pezzi mettere, non esagerate perché altrimenti la temperatura dell’olio si abbasserà troppo e la vostra frittura risulterà unta. Se volete evitare di sporcare tutto il piano cottura di olio vi consiglio l’acquisto dei paraspruzzi che trovate QUI ideali per le vostre preparazioni fritte.

  4. BERTAGNI O MERLUZZO FRITTO

    Lasciate cuocere finché il Bertagni’ o merluzzo fritto risulterà bello dorato. Una volta cotto togliete dall’olio e mettete il pesce a scolare su un foglio di carta da cucina.

  5. BERTAGNI' O MERLUZZO FRITTO

    Il vostro Bertagni’ o merluzzo fritto è pronto per essere servito. Potete accompagnarlo con uno spicchio di limone e, mi raccomando servitelo ben caldo.

Consigli

Una raccomandazione non aggiungete sale alla pastella perché altrimenti rischiate che il merluzzo non resterà croccante. Non dovrebbe esserci bisogno di salare il pesce nemmeno una volta cotto perché il baccalà ammollato è già leggermente saporito.

In questo contenuto ci sono uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.