Crea sito

Pan castagnaccio (pane con farina di castagne uvetta e pinoli)

Pan castagnaccio (pane con farina di castagne uvetta e pinoli)

questo pane nasce con il pensiero rivolto a mia figlia, la primogenita , perchè lei adora il castagnaccio . Un dolce antico  ,semplice e poco smelenso con una consistenza particolare che sembra crudo o secco ma che in realtà si scioglie in bocca. Cercavo quindi di ricreare questa consistenza in un pane che doveva ricrearne la scioglievolezza in bocca senza essere troppo vicino ad un pane .

Non vi garantisco che questo pane sarà semplice da fare, non vi assicuro che vi piacerà perchè se non vi piace il dolce da cui prende ispirazione non vi piacerà nemmeno il risultato ottenuto ma vi garantisco che se amate il castagnaccio …adorerete questo Pan castagnaccio come è successo a noi .

Se invece cercate solo un pane con farina di castagne portate pazienza perchè ne ho uno pronto per atterrare qui sul blog.

Allora partiamo da cosa caratterizza il Pan castagnaccio :

consistenza apparentemente compatta ma che si scioglie in bocca,aroma leggero di rosmarino , dolcezza appena accennata (che otterremo con farina di castagne e poco zucchero ), uyetta, pinoli ed una leggera croccantezza superficiale

Pronti? partiamo con la ricetta

Pronti per pasticciare??

 

Pane come farina di castagne
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 1 Ora
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 1 pane
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • farina 00 forte 300 g
  • farina tipo 1 190 g
  • Farina di castagne 210 g
  • licoli 180 g
  • Acqua 350 g
  • Latte in polvere (in alternativa mettete 300 acqua e 40 latte) 50 g
  • Zucchero 30 g
  • Olio extravergine d'oliva 20 g
  • Rosmarino q.b.
  • Sale 1 cucchiaino
  • Pinoli 30 g
  • Uvetta 50 g

Preparazione

  1. la lista degli ingredienti è abbastanza importante e alcuni vanno preparati con un pò di anticipo quindi vi voglio fare una sorta di scaletta.

    Considerate che questo pane va preparato in giornata quindi non prevedete soste in frigo ,organizzatevi quindi per partire nel corso della mattinata

     

  2. -Ore 10.00 Rinfresco del li.co.li (ci vorranno circa 3 ore/3 ore e mezza  perchè sia pronto per lavorare )

    -Sciacquate un paio di volte l’uva passa poi mettetela in abbondante acqua calda e lasciatela un’ora

    -tostate i pinoli passandoli in un padella calda

    -fate bollire 50 gr di acqua e poi mettete in infusione il rosmarino

    Lo so che sembrano molte cose ma in meno di 30 minuti le avete fatte tutte e potete dedicarvi ad altro

  3. Ore 11,00 scolate l’uvetta e mettetela ad asciugare su della carta da cucina e filtrate l’acqua aromatizzata al rosmarino

  4. -ore 13,30 potete iniziare ad impastare in questo modo:

    mettete in planetaria ( ma potete lavorare anche a mano senza problemi ,il mio è stato lavorato a mano) la farina 00 e quella di tipo 1 ,250 gr di acqua(compresa quella aromatizzata al rosmarino) ed il LI.Co.LI ed iniziate a lavorare facendo creare una buona maglia glutinica . La base di questo pane è esattamente la creazione di una solida maglia glutinica inziale che vi servirà a fare da struttura

    Una volta creata la maglia glutinica unite lo zucchero che la ammorbidirà un pò … lavorate fino a farlo assorbire

    unite ora il latte in polvere ( o il latte )  l’acqua restante  la farina di castagne e il sale e lavorate fino a far incorporare il tutto .

    Questo passaggio vi farà temere di aver combinato un disastro perchè la bella maglia glutinica che , con tanta fatica, avete creato , andrà sfaldandosi .Non preoccupatevi perchè è normale , dovete solo fare attenzione di non lavorare a lungo l’impasto , qualche giro per far assorbire le polveri e poi FERMATE la macchina

     

  5. Passate l’impasto su un piano e stendetelo come per fare una piega a tre , spalmate una parte dell’olio ed impastate brevemente a mano , aprite di nuovo e fate lo stesso con l’olio restante

    Fate Riposare 15 minuti

    Dopo il riposo riprendete l’impasto ed allargatelo leggermente , posizionate un terzo di uvetta e pinoli e fate una  metà di piega a tre

    fate riposare altri 15 minuti e fate la stessa cosa con il secondo terzo di pinoli ed uvetta

    altri 15 minuti e terminate con le sospensioni ed un  altro mezzo giro di pieghe a tre

    vi sarete di certo accorti che tra una piega e l’altra la consistenza è migliorata notevolmente , coprite e fate riposare per un paio di ore

  6. Prendete l’impasto e mettetelo in un cestino dopo averlo ben pirlato e fatelo quasi raddoppiare (diciamo che se avete circa 26° ci vorranno 3 ore più o meno)

    Non attendete raddoppi completi prima e seconda lievitazione perchè la particolare consistenza non li permetterà

  7. Cuocete a temperatura dolce ,circa 170/180° per circa 60 minuti

Note

se ti piace pasticciare con la pasta madre ti aspetto sul mio gruppo facebook https://www.facebook.com/groups/lapastamadrefacile/

 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.