Crea sito

Pan carrè con lievito madre supermorbido

Pan carrè con lievito madre

questo pan carrè è davvero morbidissimo e una volta provato non riuscirete più a farne a meno .

Sono anni che preparo questo pan carrè convinta di averlo già messo nel blog ma non lo avevo mai fatto .

In realtà il pan carrè con lievito madre è stata una delle prime ricette che ho iniziato a fare perchè l’esigenza di averne uno non industriale era quello che mi aveva fatto avvicinare alla pasta madre .

Mia figlia  ha una sorta di intolleranza ad alcuni conservanti per alimenti e quando era davvero molto piccola ce ne eravamo accorti proprio perchè dopo il classico toast ( classico per casa mia ) della domenica sera lei si svegliava la mattina con forti dolori di stomaco .

Ecco quindi che era nata l’impellente necessità di riuscire a farne uno davvero buono in casa .

Ecco quindi la mia , oramai rodata , ricetta di pan carrè con lievito madre .

Siete pronti a pasticciare ?

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 50 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 1 pan carrè
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Farina 00 (forza w330) 500 g
  • Lievito madre 150 g
  • latte fresco 270 g
  • Zucchero semolato 15 g
  • Burro 60 g
  • Sale 2 cucchiaini
  • Latte in polvere (solo se lo trovate ,non è indispensabile ( se non lo trovate aggiungete 20 gr di latte )) 2 cucchiai

Preparazione

  1. Per prima cosa per fare questa ricetta dovrete avere una bella pasta madre rinfrescata ed in forma .

    Io ho rinfrescato la mia all’ora di pranzo per averla pronta nel pomeriggio .

    Una volta pronta la pasta madre sarete pronti per l’impasto.

  2. Mettete in planetaria il lievito spezzettato , la farina ed il latte ed iniziate ad impastare .

    Una volta che si sarà quasi formata quasi completamente la maglia glutinica, se avete trovato il latte in polvere è il momento di metterlo insieme allo zucchero .

    Lo zucchero in questo caso non aiuta la lievitazione come molti pensano ma da proprio una vaga nota dolciastra .

    Fate formare la maglia glutinica e poi unite il sale che vi aiuterà a serrare e a rendere più liscio l’impasto .

    Una volta tornato bene in corda unite il burro morbido .

  3. Spostate in un contenitore leggermente unto e fatelo arrivare quasi al raddoppio , diciamo che con una temperatura ambiente di circa 20/21 gradi vi basterà lasciarlo 3 ore. Poi sarà il momento di spostare il frigo per tutta la notte .

  4. La mattina dopo fate acclimatare per  una mezz’ora e formate il pan carrè con lievito madre .

    Stendete a rettangolo ed arrotolate , poi posizionate sullo stampo con la chiusura dell’impasto verso il basso .

    Lasciate raddoppiare  completamente prima di infornare  .

  5. Scaldare il forno a 150° , spennellare con latte e portare a cottura fino a che il cuore non raggiungerà circa 92° il che vorrà dire circa 50 minuti .

Note

Seguimi su Facebook 

Lascia il tuo “mi piace” sulla mia PAGINA FACEBOOK  , ti basterà lasciare il tuo like e selezionare “Mostra per primi” e non ti perderai nessuna mia ricetta .

Seguimi sui miei gruppi

per parlare insieme di cucina in generale cliccando qui

o di pasta madre nello specifico iscrivendoti qui

Su Instagram

Ti basta cliccare qui per seguirmi sul mio profilo e chiacchierare anche lì

Su Youtube

Iscriviti al mio canale per non perdere nessun video sulla panificazione e la pasta madre

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

3 Risposte a “Pan carrè con lievito madre supermorbido”

  1. Se volessi utilizzare il Licoli (idratato al 100%), anzichè la PM solida, quale quantitativo dovrei usarne?
    A rigore, per non sbilanciare l’idratazione della ricetta, mi verrebbe da dire 100g di Licoli + 50g ulteriori di farina, ma sarei interessato a sapere il dosaggio esatto dalla “mamma” della ricetta!
    Grazie

  2. Non vedo l’ora di preparare questa ricetta, ma ho un quesito.
    Se al posto della Pasta Madre Solida volessi usare il LICOLI (idratato al 100%), quale dose dovrei usare?
    A rigore, mi verrebbe da dire che 150g di PM corrispondano a 100g di LICOLI più ulteriori 50g di farina, ma preferirei sapere se – per caso – tu abbia già sperimentato questa variante.
    Grazie e complimenti per la chiarezza dei video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.