finto panettone

finto panettone
avete mai giocato al “far finta che ” ?
io oggi ho giocato al far finta che ho fatto il panettone
cappero il gioco è riuscito davvero così bene che se non avessi deciso di dire che non è un panettone ma una mega brioche tutti in casa ci sarebbero caduti
tutto è iniziato così
” Ero al bar con la mia amica Annarita a prendere un caffè e lei mi racconta che la sera prima con l’impasto delle brioche che le avevo fatto fare ha preparato una brioche adattata allo stampo del panettone .
ha fatto delle ciambelle di impasto intervallandole con gocce di cioccolata e nutella, l’aspetto esterno era bello ma all’interno si erano create delle caverne”
però caspita vedendo la foto pareva proprio un panettone e io avevo comunque rinfrescato la mia sgorbia per fare la brioche .
cosa potevo modificare ? un tuorlo in più qui …un pò di burro in più lì …. una massa aromatica in più e la pazienza per vedere quello che accadeva
nasce così la brioche che si credeva di essere grande ovvero un finto panettone
ottimo per chi non ha voglia di aspettare due giorni per il panettone vero ,per chi non ha voglia di usare un sacco di uova..per chi vuole una cosa buona e con l’aspetto di un grande lievitato

l’impasto è quello delle mie brioche con lievito madre leggermente rivisitato .

  • 200 gr di pasta madre rinfrescata .
  • 750 gr di farina abbastanza forte, io ho usato la gialla della Rieper
  • 230 gr di zucchero semolato
  • 50 gr miele
  • 4 tuorli d’uovo
  • 130 gr di burro a temperatura ambiente
  • 380  gr di latte tiepido
  • vaniglia in semi

per la massa aromatica

la buccia di due arance e un limone,

30 gr di burro

150 gr di uva passa

150 gr di ribes essiccato

 

iniziate lavorando la pasta madre con 350 gr di latte

Predete ora lo zucchero e levatene tre cucchiai che mettete a parte per il secondo impasto e fate lo stesso con la farina

,aggiungete ora lo zucchero  e la farina tranne e tre tuorli d’uovo secondo quest’ordine.

un tuorlo ,un po’ di zucchero e un po di farina , facendo ben attenzione che questi tre ingredienti siano tutti assorbiti prima di passare al secondo tuorlo. Dovete fare in modo di dividere in tre parti zucchero e farina.

fate incordare e passate dalla foglia al gancio a spirale

Ora è la volta del 110 di burro a pomata che inserirete in tre riprese e la vaniglia

Lavorate fino a perfetta incordatura

incordatura

mettete l’impasto a lievitare fino al raddoppio

nel frattempo scaldate 30 gr di burro in un padellino e quando sfrigola un pò aggiungete lo zest delle arance e del limone ,io non le ho tagliate piccole ma le ho lasciate piuttosto grandi in modo da poterle eliminare prima di unire il burro aromatizzato all’impasto della brioche . Unire il l’uva passa e il ribes precedentemente ammollati in acqua tiepida e due cucchiai di marsala e poi strizzate . Sigillate e lasciate riposare .

una volta che impasto è raddoppiato versatelo nuovamente nell’impastatrice e ,usando solo il gancio ,fate prima di nuovo incordare, poi aggiungete i 30 gr di latte che vi resta dal totale. Questo ammorbirà leggemente l’incordatura a quel punto potrete aggiungere in questo ordine: il miele, l’ultimo tuorlo ,lo zucchero e la farina  ,ogni volta dovrete attendere che il primo ingrediente venga assorbito prima di aggiungere il successivo .

finite con il burro a pomata in tre riprese e fate riprendere l’incordatura .

aggiungete la massa aromatica e fatela incorporare .

pirlate leggermente (non sarà difficile perchè l’impasto è bello sostenuto )

e poi mettete nei pirottini : con questa dose ne otterrete due da 750 o 3 da 500 gr .

fate lievitare 8 o 10 ore .fate una croce sull’impasto e infornate a 170 °per 50 minuti .

per barare per bene dovete trattarlo come un vero panettone ovvero farlo asciugare a testa in giù per 3 o 4 ore .

 

io per guarnizione ho preparato una glassa con farina di mandorle, albume .farina 00 e zucchero ,ma potete anche solo spennellare con latte .

ecco qui il falso panettone è pronto ….

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.