Ricciarelli di Siena

Ciao a tutti, eccomi con una ricettina tipica del periodo, ma anche no :-). Ricorriamo un po’ alla tradizione italiana e vi propongo i Ricciarelli di Siena, dei biscotti buonissimi al profumo di mandorla. Chi mi conosce sa’ che ogni anno faccio sempre i miei biscotti alle mandorle, ma quest’anno ho voluto variare e vi dirò: ho fatto bene! Penso che li rifarò a breve, sono troppo buoni e devo dire che sono andati a ruba. Alcuni li ho utilizzati per metterli in buste regalo che ho portato in ufficio ai colleghi. Ora vi lascio la ricetta dei Ricciarelli di Siena, presa da un libro di ricette tradizionali italiane e vi auguro una buona serata. Un abbraccio a tutti! Fabio.

 RIcciarelli di Siena

Ricciarelli di Siena

Ingredienti:

400 g di mandorle pelate,
350 g di zucchero a velo + q.b. per spolverare,
70 g di farina 00,
20 g di acqua,
Scorza grattugiata di un’arancia o limone non trattati,
1/2 fialetta di aroma alle mandorle,
1/2 cucchiaino scarso di ammoniaca per dolci,
1/2 cucchiaino scarso di lievito per dolci,
2 albumi,
Amido di mais q.b. per spolverare.

Procedimento:

Polverizzate con un mixer da cucina le mandorle pelate. Aggiungere la buccia grattugiata di arancia o limone, l’ aroma di mandorle, il lievito, l’ammoniaca e la farina e mescolate.
Sciogliete lo zucchero a velo, a fuoco vivo con l’acqua. Dovrete ottenere uno sciroppo denso. Versarlo sulle mandorle tritate. Far riposare il composto ottenuto in una ciotola, coperta da un panno umido. Lasciar riposare anche 8 ore. Trascorso il tempo necessario, preriscaldate il forno a 150 gradi. Nel frattempo riprendete il composto di mandorle al quale andrete ad aggiungere gli albumi montati a neve, mescolando delicatamente. Lavorare l’impasto, ottenendo un composto omogeneo, dare la forma di un cilindro di 5 cm di diametro. Tagliare a fette di circa 25 grammi di impasto per un cm circa di spessore. Dare la forma romboidale tipica dei ricciarelli, passarli nello zucchero a velo e amido di mais mescolati e adagiarli in una teglia rivestita di carta da forno. In alternativa se avete la possibilità di recuperare qualche foglio di ostia bianca, potrete ritagliare tanti rombi delle dimensioni dei ricciarelli e appoggiarli sotto la base di ogni singolo biscotto. Cuocere a 150 gradi per 15 – 18 minuti, i biscotti dovranno essere cotti ma non dorati, dovranno mantenere l’aspetto chiaro tipico del Ricciarello. Una volta sfornati, fateli raffreddare prima di toglierli dalla teglia. Mi raccomando altrimenti rischiate che si rompano. Buon dolce a tutti!

Vi aspetto nella mia pagina Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.