Friselle fatte in casa, pane e lievitati

Buonasera a tutti!

Trascorsa bene la domenica? Spero di si…Io vi lascio con la ricetta di queste friselle fatte in casa, molto buone. La ricetta l’ho presa dal blog Fables de Sucre, che ringrazio. Ho usato, per mantenere la forma di ciambella, un metodo che loro consigliano, ed è molto valido. Io non avendo il lievito madre ho usato il lievito di birra. Ora vi lascio la ricetta delle friselle fatte in casa e vi auguro una buona serata.

Ingredienti per 24 friselle da 45 gr circa:

500 g di farina 0,
100 g di semola rimacinata,
un cubetto di lievito da 25 g (ma volendo bastano anche 15 se si aumentano i tempi di lievitazione),
320 g di acqua,
15 g di olio extravergine di Oliva,
15 g di sale.

friselle2

Friselle fatte in casa, pane e lievitati

Procedimento:

Sciogliere il lievito con l’ acqua e le farine miscelate. Lavorare con un robot da cucina e aggiungere olio e infine il sale. Continuare a lavorare l’ impasto fino ad incordatura e ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Trasferire l’ impasto su un piano da lavoro non infarinato e continuare a lavorare con le mani. Dare la forma di una palla e mettere a lievitare in una ciotola dalla superficie interna unta di olio, per un paio di ore.

Riprendere l’ impasto e tagliarlo in 12 parti da 90 grammi l’una. Prendere una prima parte facendo un serpentone lungo 30 cm e largo argo 2, rotolandolo sotto i palmi sul piano, allungandolo verso le estremità. Per evitare, durante la nuova lievitazione, che l’ impasto lieviti coprendo il buco, Fable de Sucre ha trovato un metodo molto valido, che ho adottato anche io (qui vedete una foto esemplificativa presa dallo stesso blog): prendere dei bicchieri di plastica con la base esterna unta di olio e metterli in ogni buco, così in lievitazione, l’impasto cresce ma mantiene la forma di ciambella. Appoggiare le ciambelle ottenute, con tutto il bicchiere, in una placca ricoperta di carta da forno, lasciando uno spazio tra ogni ciambella. Coprire con pellicola per alimenti e lasciar lievitare per 6 ore o comunque, dipende dal calore che si ha in casa, fino al raddoppio.

Riprendere le ciambelle dalla lievitazione, accendere il forno a 240 gradi statico, mentre si attende che il forno raggiunga la temperatura, si possono togliere i bicchieri, avendo l’ accortezza di tener coperto ancora con la pelliccola per non far seccare l’impasto.
Una volta raggiunta la temperatura, mettere queste ciambelle in forno per 15 minuti. Toglierle dal forno, farle raffreddare e tagliarle a metà ottenendo così 24 friselle che dovranno essere rimesse in forno a 200 gradi fino a tostatura per 15 minuti da un lato e poi altri 15 minuti dall’ altro lato. Farle raffreddare su una gratella.

Le friselle fatte in casa si possono conservare in buste per alimenti o una scatola di latta. Possono essere farcite come più preferite e buon appetito a tutti!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.