Caponata Palermitana

Ciao a tutti,
eccomi con una nuova ricetta: la Caponata Palermitana. Ho avuto modo di fare questo piatto un paio di volte e vi devo dire davvero molto molto buono. C’è poco da dire e poco da fare ma la cucina tradizionale italiana è imbattibile, ricca di prodotti e di ricette davvero invitanti e buone. Spesso ricette povere con ingredienti alla portata di tutti, ricette ideate dai nostri nonni che nella povertà in cui vivevano davano sfogo all’ ingegno per creare sempre qualcosa di buono. Ora vi lascio la ricetta della Caponata Palermitana e basta chiacchiere :-P. Ah a proposito la Caponata Palermitana fatela riposare un po’ non mangiatela subito, sentirete la differenza di sapore se la gusterete, ad esempio, il giorno dopo la preparazione.

Caponata Palermitana

Caponata Palermitana

Ingredienti per 4 persone:

2 melanzane,
10 capperi sotto sale,
20 olive verdi,
80 g di pinoli,
1 costa di un gambo di sedano,
2 cucchiaio uvetta (io ho usato l’uva essiccata LifeStyle di Life),
2 pomodori,
200 ml di passata di pomodoro,
1 cipolla,
olio di oliva extravergine q.b.,
1 cucchiaio di miele,
50 ml di aceto bianco,
10 foglie basilico,
sale e pepe q.b.

Procedimento:

Preparare le melanzane: lavarle e tagliarle tutte a piccoli dadini di circa 1 cm di spessore e friggerle in olio extravergine di oliva. Una volta dorate mettere ad asciugare in una teglia rivestita di carta assorbente. Eliminare un po’ di olio dal tegame, aggiungere la cipolla tagliata finissima a dadini o a fettine, il sedano tritato e l’uvetta. In una pentola con acqua bollente sbianchire per 30 secondi i pomodori. Spellarli, togliere i semi e tagliare a dadini. Versarli nella padella con la cipolla. Far soffriggere un po’ il tutto, aggiungere la passata, poi il miele, l’aceto e il basilico tagliato grossolanamente. Lasciar cuocere a fuoco medio per 10 minuti. Versare nel tegame le melanzane, le olive, i pinoli tostati e i capperi e continuare la cottura per altri 10 minuti aggiustando con il sale e il pepe. Servire la caponata fredda e magari prepararla un giorno prima, con il riposo si insaporirà maggiormente. Buon appetito!

Vi aspetto nella mia pagina Facebook!

Precedente Pizza Rovesciata alle Zucchine Successivo Wafers con gelato alla vaniglia e al cacao

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.