Timballo di spaghetti a sorpresa

Un primo con sorpresa questo piccolo timballo di spaghetti…cosa mai nasconderà?

Per portare a tavola un piatto un po’ diverso ci vuole veramente poco, nel frattempo che si prepara il sughetto si possono grigliare i pepeperoni (se non li avete già pronti) e, in poco tempo, voilà il timballo di spaghetti!

timballo di spaghetti a sorpresaTIMBALLO DI SPAGHETTI A SORPRESA

 

INGREDIENTI (per 4 persone):
  • 320 g di spaghetti
  • 150 g di mozzarella di bufala
  • 2 peperoni rossi grigliati e spellati
  • 500 g di pomodori pelati
  • un cucchiaino di zucchero
  • 2 ciuffi di basilico
  • 60 g di olive taggiasche denocciolate
  • 40 g di capperi sott’aceto
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • pangrattato q.b.
  • sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE DEL TIMBALLO DI SPAGHETTI A SORPRESA:

Fate rosolare gli spicchi d’aglio in un tegame con 2/3 cucchiai d’olio evo; aggiungete i pomodori spezzettati e lo zucchero e cuocete per circa mezz’ora. Regolate di sale e pepe ed unite le olive, i capperi sciacquati e strizzati e metà del basilico sminuzzato con le mani.

Lessate gli spaghetti in abbondante acqua bollente, salate; scolateli al dente e conditeli con la salsa al pomodoro.

Ungete con un po’ d’olio 4 stampini medio/grandi, cospargeteli con pochissimo pangrattato e foderateli parzialmente con le falde di peperone, senza farle combaciare. Riempiteli di spaghetti, arrotolandoli man mano intorno ad una forchetta dentro un mestolo, intervallandoli con la mozzarella a dadini e qualche foglia di basilico spezzettata.

Premete bene gli spaghetti e passate gli stampini in forno caldo a 180°C per una decina di minuti; sformateli, decorateli con basilico e serviteli.

VARIANTE: dimezzate la dose dei peperoni e alternateli con fette di zucchine non troppo sottili, grigliate da entrambi i lati su una piastra ben calda. Per il ripieno potete usare anche mozzarella fior di latte.

Se volete seguirmi per restare sempre aggiornati trovate qui la mia pagina Facebook, Twitter e Google+

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.