PASTA COI TENERUMI – specialità siciliana

Sicuramente chi è siciliano conosce e apprezza tantissimo la pasta coi tenerumi (in dialetto “pasta che taddi o tinniruma“), che si prepara quasi esclusivamente con gli spaghetti spezzati.

E’ una minestra estiva calda ma, allo stesso tempo, rinfrescante perché i “tenerumi” non sono altro che le parti più tenere (da qui il nome) della Lagenaria longissima, che da Giugno a Settembre produce una zucchina lunga (anche fino a 2 metri) di un verde pallido e un po’ pelosa, conosciuta anche come zucchina “longa”, da pergola o serpente, molto apprezzata per gli effetti diuretici e rinfrescanti.

La pasta coi tenerumi può essere preparata anche in bianco ma io la preferisco con del pomodoro fresco per dare più sapore ed un tocco di colore. Inoltre, a piacere, si può aggiungere la zucchina della stessa pianta tagliata a tocchetti e la cipolla.

Se ti piacciono le minestre prova anche il MACCU DI FAVE e se prediligi gli ortaggi ti potrebbe interessare anche la ricetta della ZUCCHINA BIANCA FRITTA.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

INGREDIENTI

  • 1 kgtenerumi (2 mazzi)
  • 500 gpomodori di Pachino
  • 320 gspaghetti (spezzati)
  • 1 spicchioaglio
  • 1 cucchiaiosale
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicopepe

STRUMENTI

  • Pentola
  • Tegame
  • Coltello
  • Mestolo

PREPARAZIONE

Come pulire i tenerumi

  1. Mondate i tenerumi prelevando le foglie integre, gli steli cavi più teneri e le cime. Dagli steli eliminate i filamenti con la punta di un coltello, tirando verso il basso (come si fa per il sedano).

  2. Mettete i tenerumi in ammollo con abbondante acqua fredda e qualche cucchiaio di bicarbonato, così da eliminare eventuali parassiti e tracce di terriccio.

  3. Sciacquate più volte i tenerumi, finché l’acqua non risulti limpida.

    Tagliate a pezzetti gli steli e le foglie.

Cottura dei tenerumi

  1. Portate a bollore l’acqua necessaria per la cottura dei tenerumi e cuoceteli per circa 20 minuti salando l’acqua.

  2. In un altro tegame dai bordi alti fate soffriggere l’aglio sbucciato intero e unite i pomodori tagliati a pezzi grossolani.

    Salate, pepate e continuate la cottura a fiamma vivace per 5 minuti.

Cottura della pasta coi tenerumi

  1. Al pomodoro aggiungete i tenerumi cotti con il brodo necessario per la cottura della pasta. 

    Unite la pasta e, non appena riprende il bollore, cuocete per il tempo necessario indicato nella confezione (la mia cuoce in 5 minuti), aggiungendo se necessario dell’altro brodo.

  2. Servite la pasta coi tenerumi ancora calda e,  se amate i sapori più decisi, aggiungete a piacere del pecorino grattugiato. Vedrete quanta bontà in un semplice piatto contadino!

TRUCCHI E CONSIGLI

Se non vi piace ritrovare nel piatto la buccia dei pomodori eliminatela prima della cottura: incidete la parte inferiore a croce dei pomodori, tuffateli in acqua bollente per qualche minuto ed, infine, rimuovetela.

Visto e considerato che si tratta di una minestra calda estiva potete prepararla nelle giornate più fresche o a cena. Oppure, preparate le verdure in anticipo, mantenetele in frigorifero con un po’ del loro brodo e aggiungetele solo a cottura ultimata della pasta, così da renderla tiepida e non caldissima.

Quando acquistate la zucchina lunga sceglietela quand’è ancora giovane (massimo 40 cm), perché più tenera e senza semi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.