Pasta brisè vegana – ricetta base

La pasta brisè è un impasto semplice, protagonista nella preparazione di torte salate, rustici e dolci; molto facile da fare in casa, quindi perchè comprarla?

Con l’arrivo della bella stagione si ricomincia con le gite fuori porta e la pasta brisè è una base indispensabile per realizzazione delle torte salate, molto più semplice e genuina della pasta sfoglia, oltre che d’immediata preparazione.

Io utilizzo la farina di grano duro Khorasan marchio Kamut, una farina bilologica, molto più digeribile del comune grano e più proteica, adatta a chi ha problemi di intolleranza.

La pasta brisè per essere apprezzata al meglio deve essere stesa in maniera sottile e risultare fragrante; questo l’otteniamo anche usando un buon vino bianco secco e olio extravergine d’oliva di qualità.

pasta brisè vegana - ricetta facilePASTA BRISE’ VEGANA – ricetta base

INGREDIENTI ( per una panetto di pasta brisè di 500 g circa):

  • 300 g farina di kamut
  • 100 g vino bianco secco
  • 80 g olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di sale (da sostituire con 2 cucchiaini di zucchero di canna integrale nelle preparazioni dolci)

PREPARAZIONE DELLA PASTA BRISE’:

Mettete tutti gli ingredienti nel bicchiere del robot da cucina, azionate alla massima intensità e lavorate finchè si forma la palla (circa 2 minuti).
In alternativa, potete amalgamare gli ingredienti in una ciotola e poi lavorare l’impasto su una spianatoia finchè risulta liscio ed omogeneo.
In entrambi i casi, bisogna avvolgere l’impasto con carta pellicola e farlo riposare per mezz’ora in frigo.

Dopo il tempo di riposo la pasta brisè è pronta per essere utilizzata: stendetela su un foglio di carta forno (operazione che faciliterà il trasferimento) ad uno spessore di 5 mm per le torte salate, ancora più sottile se dovete preparare tartellette o crostatine.brisè stesaTrasferite la brisè in una teglia da forno leggermente unta con olio evo, pareggiate i bordi (o lasciate sbordare) e bucherellate il fondo, così durante la cottura non si formeranno bolle d’aria che protrebbero far spostare il ripieno.

Farcite il guscio di pasta brisè come più preferite; se non avete pareggiato il bordo della brisè giratelo verso l’interno se volete fare una torta salata rustica o seguite la vostra ricetta; mettete in forno caldo a 180° per 30/40 minuti.

La pasta brisè risulterà croccante al punto giusto e profumata… vi stupirà e non potrete più farne a meno nelle vostre preparazioni!

Se volete seguirmi per restare sempre aggiornati trovate qui la mia pagina Facebook, Twitter e Google+.

CONSIGLIO: per evitare che la base delle torte salate risulti troppo umida potete mettere una manciata di pangrattato sul fondo, prima d’inserire il ripieno, o praticare la “cottura in bianco”, cioè cuocere parzialmente il guscio di brisè coprendo la base con stagnola e pesi di porcellana, di vetro o legumi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.