Crea sito

Olive nere in pastella – tapas madrilena

Durante la mia vacanza di tanti anni fa a Madrid fui attratta dalle teche dei tapas-bar stracolme di scodelle e piatti con le più svariate e piccole pietanze; tra queste c’erano le olive nere in pastella. Ovviamente, non ho potuto fare a meno di entrare per assaggiarle. Le olive nere in pastella fanno parte delle innumerevoli tapas madrilene, che tradizionalmente vengono servite nei tapas-bar (ancor prima nelle taverne), la cui diffusione pare sia dovuta all’esigenza dei contadini di fare merenda, tra un pasto principale e l’altro, per svolgere il loro pesante lavoro.

Le tapas più semplici, come le olive nere in pastella, le possiamo preparare anche a casa e senza difficoltà con ingredienti che abbiamo a disposizione. Vi assicuro che con questi deliziosi bocconcini assaporerete un po’ del piacere di vivere spagnolo!

Per la realizzazione delle olive nere in pastella ho accuratamente scelto di utilizzare le olive nere Cacereña snocciolate, una delle varietà di olive da tavola più pregiate della Spagna, particolarmente gustose, tenere e tondeggianti.
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaSpagnola

Ingredienti

  • 50 gpomodori secchi reidratati
  • 1cipolla media (oppure uno scalogno)
  • 2 spicchiaglio
  • 1 cucchiainotimo
  • 1 mazzettoprezzemolo
  • peperoncino di cayenna
  • 75 gfarina di semola rimacinata
  • 150 gUova intere
  • Sale
  • Olio extravergine d’oliva o di arachidi (per friggere)

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Forchetta
  • 1 Tagliere
  • 1 Coltello
  • 1 Padella per frittura dai bordi alti
  • 1 Termometro (facoltativo)
  • 2 Cucchiai
  • Carta assorbente
  • Tazza per servire

Preparazione

  1. Per prima cosa mescoliamo la farina con le uova, il peperoncino ed il sale fino ad ottenere un impasto liscio.

  2. Mondiamo l’aglio e la cipolla e tritiamoli finemente, quindi uniamoli alla pastella.

  3. Tagliamo i pomodori a dadini e uniamo anche questi alla pastella insieme alle olive tagliate a coltello in modo grossolano, al timo sfogliato ed al prezzemolo tritato finemente. Mescoliamo il tutto con cura.

  4. In una padella dai bordi alti scaldiamo l’olio senza superare i 175°C, quindi aiutandoci con due cucchiai prelevando delle palline dall’impasto e cuociamole, poche alla volta, per 5 minuti, fino a doratura.

  5. Preleviamo dalla padella le olive nere in pastella con una schiumarola, facciamo sgocciolare su carta cucina e serviamole calde.

  6. Le olive nere in pastella vi sorprenderanno per la loro bontà e sarà impossibile resistervi! Come tutti i fritti le olive nere in pastella mantengono la loro fragranza fino a che sono calde ma anche fredde sono buone, diventano più morbide.
    Se ami i piatti a base di olive potrebbero interessarti anche le Olive schiacciate condite o l’Insalata Nizzarda

CURIOSITA’

Sull’origine delle tapas si racconta che siano state inventate dal re spagnolo Alfonso X, vissuto nel XIII secolo, il quale, durante una malattia riusciva a nutrirsi solamente ingerendo piccoli bocconi di cibo accompagnati con del vino. Così, quando guarì, diede ordine che in Spagna non si servisse mai più vino senza offrire qualcosa da mangiare.

SUGGERIMENTO

Se non trovate i pomodori secchi già reidratati procedete reidratandoli in acqua tiepida acidulata con un cucchiaio d’aceto, tenendoli a bagno per circa mezzora, poi, asciugate l’acqua in eccesso con della carta assorbente e procedete con l’esecuzione della ricetta.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.