Fusilli al pesto di mandorle

I fusilli al pesto di mandole è un primo piatto che racchiude diversi sapori mediterranei che ben si abbinano tra loro.

E’ un primo molto semplice da preparare e anche veloce se si dispone della giusta attrezzatura e durante la cottura della pasta si può benissimo preparare il condimento.

fusilli al pesto di mandorleFUSILLI AL PESTO DI MANDORLE

INGREDIENTI (per 4 persone):

Per il pesto

  • 100 g di mandorle pelate
  • 10 g di pinoli
  • una manciata di uvetta
  • noce moscata q.b.
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.
  • un rametto di timo
  • scorza grattugiata di mezza arancia
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Per il sugo

  • 3 pomodori maturi
  • 1 cipolla piccola
  • una manciata di olive taggiasche
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale e pepe nero q.b.
  • una manciata di pinoli

PREPARAZIONE:

Portate a bollore l’acqua per la pasta.

Nel mixer o, se preferite nel mortaio, introducete le mandorle, i pinoli, l’uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida ed asciugata e le foglie del timo; azionate a massima intensità e , man mano, aggiungete l’olio a filo fino ad ottenere una consistenza cremosa; regolate di sale e pepe ed aggiungete la noce moscata e la scorza d’arancia grattugiata; amalgamate bene il tutto e tenete da parte.

Eliminate la pelle ai pomodori incidendoli con una croce all’estremità opposta del picciolo e tuffandoli per qualche minuto in acqua bollente; eliminate anche i semi e tagliateli a cubetti.

In una padella, capace anche di contenere la pasta cotta, fate appena soffriggere la cipolla tritata finemente e poi unite il pomodoro a cubetti; far insaporire per 5 minuti e poi aggiungere le olive denocciolate; portare avanti la cottura per qualche minuto ancora unendo alla fine anche il pesto.

Una volta cotta la pasta al dente in acqua salata scolarla e farla saltare nella padella con il pesto ed il sugo.

Servire ancora calda guarnendo con qualche pinolo e, a piacere, del grana grattugiato.

Se volete seguirmi per restare sempre aggiornati trovate qui la mia pagina Facebook, Twitter e Google+

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.