Corona di spaghetti alla Norma

Per la mia corona di spaghetti alla Norma mi sono ispirata al famoso piatto con pomodoro e melanzane siciliano che prende il nome dalla celebre opera di Bellini, la Norma per l’appunto, capolavoro musicale ma anche culinario!

Per questa pietanza si può utilizzare sia pasta di tipo corto, come il maccheroncino o gli anelletti, che lunga, come gli spaghetti.

Per una presentazione più raffinata ho scelto di sformarla con uno stampo a ciambella, ma va bene anche servita direttamente.

Se vi piacciono le melanzane provate anche i RAVIOLI AL CACAO CON MELANZANE E POMODORINI o il PESTO DI MELANZANE.

corona di spaghetti alla Norma V
  • Preparazione: 1 Ora
  • Cottura: 1 e mezza Ora
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6/8 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 600 g spaghetti
  • 1 kg pomodori per salsa
  • 5 Melanzane ovali nere
  • 1 mazzetto basilico
  • 2 spicchi aglio
  • q.b. Sale
  • q.b. Peperoncino
  • q.b. ricotta salata
  • q.b. Olio extravergine d'oliva (per friggere)

Preparazione

  1. Incidete a croce il pomodoro, immergetelo per pochi istanti in acqua bollente e spellatelo; togliete i semi e tagliatelo a cubetti piccoli.

    Soffriggete in padella l’aglio con un po’ d’olio e aggiungere il pomodoro, condite con sale e peperoncino, lasciate cuocere per una ventina di minuti.
    A cottura ultimata aggiungete il basilico spezzettato con le mani.

    A parte, friggete due melanzane tagliate a dadi (dopo averle cosparse di sale grosso e fatte riposare per mezz’ora, sciacquate ed asciugate); in un’altra padella più larga friggete le altre melanzane tagliate a fette di spessore di 5 mm.

  2. Con le fette di melanzane fritte foderate uno stampo da ciambella, avendo cura di non lasciare spazi vuoti e lasciandole trasbordare un pochino.

  3. Quando ogni cosa è pronta, lessate gli spaghetti molto al dente e conditeli con la salsa e le melanzane a dadi; versate tutto nello stampo rivestito di melanzane, rivoltate i bordi e, eventualmente, ricoprite con altre fette di melanzane.

    Cuocete in forno caldo a 180°C per 20 minuti circa.

  4. Sformate la corona di spaghetti alla Norma su un piatto da portata, ricoprite con poca salsa e, come richiede la classica Norma, servite con ricotta salata grattugiata.

  5. Se volete seguirmi per restare sempre aggiornati trovate qui la mia pagina Facebook ed il mio profilo Pinterest.

    corona di spaghetti alla Norma V tagliata

SUGGERIMENTO

Per non privare i soggetti celiaci di tale bontà consiglio di sostituire gli spaghetti con un’ottima varietà di riso italiano, come il Carnaroli, o un riso parboiled integrale.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.