Torta rabarbaro e grano saraceno

E quando sui banchi del mercato trovo il rabarbaro, vuol dire che l’inverno è davvero finito. Il rabarbaro, che di per sé è una verdura, non un frutto, per me rappresenta la primavera, finalmente si possono lasciare da parte arance, melagrana & co. per la preparazione di torte e dolci. Non che non mi piacciano eh, ma dopo un lungo inverno… se anche si hanno nuove “risorse” da utilizzare per i dolci, non mi dispiace ;). E quindi il primo dolce che ho preparato per questo “cambio stagione in cucina”, è la torta rabarbaro e grano saraceno.

Una base dolce ma non troppo, che si sposa perfettamente con il sapore aspro del rabarbaro ed il grano saraceno che da quel tocco in più!

Eccovi la ricetta!

Torta rabarbaro e grano saraceno
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    16-20 fette

Ingredienti

  • rabarbaro 600 g
  • Burro a temperatura ambiente 175 g
  • Zucchero 175 g
  • zucchero vanigliato 1 cucchiaio
  • Limone (scorza) 1
  • Uova 3
  • Latticello 120 ml
  • Farina di grano saraceno 150 g
  • Farina 00 o di farro 200 g
  • Lievito in polvere per dolci 1 cucchiaino
  • Cannella 1/2 cucchiaino
  • Sale 1 pizzico
  • Zucchero di canna per cospargere q.b.
  • Zucchero a velo per decorare q.b.

Preparazione

  1. Per preparare la torta rabarbaro e grano saraceno, lavate i gambi di rabarbaro ed eventualmente tagliate le estremità se risultano secche. Pelate i gambi, e tagliateli a pezzi di ca. 3-4 cm di lunghezza.

    Tendenzialmente non serve pelare i gambi freschi, ovvero quelli di inizio stagione del rabarbaro, ma solo da circa metà stagione in poi, in quanto risultano più legnosi.

    Mettete i gambi tagliati in una ciotola insieme a 2 cucchiai di zucchero di canna e mescolate.

  2. Preparate quindi l’impasto della torta.

    Montate il burro insieme allo zucchero e lo zucchero vanigliato con le fruste elettriche, fino ad ottenere un composto spumoso. Unite quindi la scorza di limone grattugiata.

  3. Unite quindi le uova, uno alla volta, aspettando ca. 30 secondi tra un uovo e l’altro.

  4. Un una ciotola mescolate la farina con la farina di grano saraceno, il lievito la cannella ed il sale.

    Versatene metà nella ciotola con il burro e le uova e lavorate per amalgamare. Quindi unite metà del latticello. Poi il restante mix di farina e il latticello rimasto.

  5. Lavorate l’impasto giusto il tempo di ottenere un composto omogeneo.

    Versate su una teglia imburrata e infarinata e adagiateci i gambi di rabarbaro tagliati. Se non avete tempo o voglia di metterli allineati, potete anche metterli un po’ a casaccio eh, sarà buona comunque ;).

    Cospargete con dello zucchero di canna.

    Infornate a 200 gradi per ca. 25 minuti. Fate la prova dello stecchino.

  6. Sfornate, lasciate raffreddare e servite con una spolverata di zucchero a velo.

    Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Facebook.

Suggerimento

Tendenzialmente non serve pelare i gambi freschi, ovvero quelli di inizio stagione del rabarbaro, ma solo da circa metà stagione in poi, in quanto risultano più legnosi.

Precedente Muas con farina di mais - piatto tradizionale dell'Alto Adige Successivo Cheesecake cotta con ricotta e latticello

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.