Torta al rabarbaro e mandorle

La torta al rabarbaro e mandorle ha una base soffice di frolla montata, un morbido e cremoso ripieno di ed infine una superficie croccante e golosa. Il sapore leggermente aspro del rabarbaro si sposa perfettamente con il ripieno dolce e crea un contrasto davvero buonissimo. Il rabarbaro è una pianta erbacea perenne, della quale si consumano i piccioli carnosi, con un colore che va dal verde al rosso. Si potrebbero utilizzare anche le foglie cotte, ma ne è sconsigliato il consumo in quanto contengono un’elevata quantità di acido ossalico, che si lega con ferro, magnesio e calcio nell’intestino, impedendone l’assorbimento al corpo. L’acido ossalico è presente anche nei piccioli, ma in quantità molto ridotta. Nonostante ciò viene sconsigliato il consumo di rabarbaro alle donne in gravidanza e ai bimbi sotto i due anni. Il rabarbaro viene utilizzato soprattutto per fare marmellate, torte e liquori e viene spesso definito come frutto, in realtà è una verdura.
Ecco come si prepara questa torta:

Torta al rabarbaro e mandorleTorta al rabarbaro e mandorle

Ingredienti per 1 teglia (30 x 40 cm):

Per la base:
250 g di burro a temperatura ambiente
200 g di zucchero
1 bustina di zucchero vanigliato
½ fialetta di aroma di vaniglia
4 uova
250 g di farina
1 cucchiaio di lievito in polvere per dolci

Per il ripieno:
650 g di rabarbaro
150 g di mirtilli neri
500 g di mascarpone
200 g di yogurt naturale
150 g di zucchero semolato
1 bustina di zucchero vanigliato
1 cucchiaio colmo di fecola di patate o amido di mais
3 uova

Per la copertura croccante:
40 g di farina di mandorle
100 g di farina 00
80 g di zucchero
120 g di burro
80 g di mandorle a scaglie

Tempo di preparazione: 35 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti a 160 gradi.

Per preparare la torta al rabarbaro e mandorle lavate il rabarbaro e tagliatelo a pezzetti di 2 cm circa. Se avete dei gambi particolarmente grossi potete prima tagliarli a metà in lungo. Non occorre pelare il rabarbaro per questa torta, a meno che non abbiate dei gambi particolarmente legnosi. Lavate anche i mirtilli ed uniteli al rabarbaro tagliato.
Preriscaldate il forno a 160 gradi ventilato.
Quindi preparate la base. Montate il burro con lo zucchero semolato e vanigliato fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungete l’aroma di vaniglia e poi un uovo alla volta, circa ogni 30 secondi. Infine setacciate la farina ed il lievito sul composto ed incorporateli con le fruste alla velocità più bassa. Trasferite il tutto su una teglia (30 x 40 cm) foderata con carta da forno e livellate con un cucchiaio.
Per il ripieno separate le uova e montate a neve gli albumi. Nella ciotola insieme ai tuorli mettete mascarpone, yogurt, zucchero semolato, zucchero vanigliato e fecola, lavorate con le fruste fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo. Unite rabarbaro e mirtilli e mescolate bene. Infine incorporate gli albumi montati a neve. Versate il tutto sulla base, distribuite delicatamente con un cucchiaio ed infornate a 160 gradi (ventilato) per 15 minuti.
Nel frattempo preparate il croccante alle mandorle. Mettete in una ciotola farina di mandorle, farina 00, zucchero e burro e lavorate il tutto con le mani per ottenere un composto bricioloso. Quindi aggiungete le mandorle a scaglie e mescolate.
Trascorsi i 15 minuti di cottura distribuite il croccante alle mandorle su tutta la superficie della torta ed infornate per altri 25 minuti, sempre a 160 gradi.
Servite la vostra torta al rabarbaro e mandorle spolverata con zucchero a velo e per renderla ancora più golosa, con un ciuffo di panna montata.

Ricetta by Julia

Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche sulla pagina di Facebook.

Precedente Pizza con pasta sfoglia tonno e olive Successivo Pollo al forno cotto sulla birra - croccante