Crea sito

Torta al cioccolato finta Sacher – riciclo albumi

La torta al cioccolato finta Sacher è una torta che prepara spesso mia nonna. L’impasto viene preparato con i soli albumi d’uovo, burro, cioccolato fuso, zucchero e farina. Il risultato è una torta non tanto alta, ma sofficissima. L’abbiamo sopranominata finta Sacher perché farcita con marmellata e glassata con cioccolato le assomiglia davvero molto. E’ perfetta per riciclare gli albumi ed anche per essere preparata in anticipo, in quanto realizzata il giorno prima, sarà ancora più buona perché l’impasto avrà assorbito un po’ di marmellata è sarà ancora più goloso.
Ecco come si prepara:

Torta al cioccolato finta SacherTorta al cioccolato finta Sacher

Ingredienti per 1 tortiera da 24 cm di diametro:
120 g di burro
120 g di cioccolato fondente
120 g di zucchero
120 g di farina 00
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
5 albumi
200 g di marmellata di albicocche
200 g di cioccolato fondente
1 cucchiaio di olio di semi

Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 35 minuti

Per preparare la torta al cioccolato finta Sacher preriscaldate il forno a 180 gradi. Fate sciogliere il burro e i 120 di cioccolato fondente. Poi montateli insieme allo zucchero con le fruste elettriche fino a quando saranno spumosi. Setacciateci la farina con il lievito ed incorporate con una frusta a mano. Infine montate a neve gli albumi e incorporateli delicatamente. Versate il composto in una tortiera (24 cm di diametro) ed infornate a 180 gradi per ca. 35 minuti. Fate la prova dello stecchino.
Lasciate raffreddare la torta su una grata. Una volta raffreddata tagliatela a metà e farcitela con la marmellata. Ricomponetela, fate sciogliere i 200 g di cioccolato fondente a bagnomaria insieme al cucchiaio di olio e poi glassateci la torta.
Lasciate riposare la torta al cioccolato finta Sacher per almeno 2 ore prima di servirla, meglio ancora se tutta la notte, così avrà il tempo di assorbire la marmellata ed essere ancora più buona.

Ricetta tratta dal libro di ricette Altoatesino “Unser Kochbuch”

Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche sulla pagina di Facebook.