Crea sito

Torrone morbido alle mandorle e pistacchi

Premetto che sarebbe meglio evitare di preparare questo torrone morbido alle mandorle quando si ha appena pulito la cucina o quando si ha fretta, per il resto è assolutamente da provare. Una bontà unica, morbido, con tante mandorle e pistacchi, che crea quasi dipendenza… se non ci credete, chiedetelo a mia sorella, che se a Natale non le toglievo il piatto, mangiava anche quello ;). Ah sì, e lo ha confermato anche una mia cara follower che l’ha provato eh, ed ha aggiunto che il composto si potrebbe anche utilizzare al posto della ceretta da tanto appiccicoso che è durante la lavorazione, ma comunque ha specificato che vale assolutamente la pena farlo, perché è troppo buono, quindi su, correte a prepararlo!

Torrone morbido alle mandorle e pistacchi
  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni1 teglia da 20 x 20 cm
  • Metodo di cotturaFornello

Ingredienti

Per il torrone

  • 200 gMandorle
  • 100 gPistacchi
  • 200 gZucchero
  • 250 gMiele
  • 60 gSciroppo di glucosio o zucchero invertito (la ricetta qui sotto)
  • 100 gAlbumi
  • 2 pizzichiSale
  • Fogli di ostia (facoltativi)

Per lo zucchero invertito

  • 200 gZucchero
  • 200 gAcqua
  • 1/3 cucchiainoAcido citrico

Preparazione

Per preparare il torrone morbido alle mandorle e pistacchi per prima cosa preparate lo zucchero invertito (a meno che non abbiate lo sciroppo di glucosio). Potete preparare lo zucchero invertito anche in anticipo, e poi conservarlo in un vasetto di vetro con il coperchio. Per la preparazione del torrone vi servirà circa metà dose dello zucchero invertito che preparerete con le quantità indicate. Io ne preparo sempre un po’ di più infatti, perché tanto si conserva per qualche mese e può sempre servire.

Per lo zucchero invertito

  1. Mettete tutti gli ingredienti (zucchero, acqua e acido citrico) in un pentolino e scaldate il tutto fino a quando raggiungerà 115 gradi. Quindi versate in vasetti di vetro, chiudete bene e lasciate raffreddare.

Per il torrone

  1. Scaldate una padella, inserite le mandorle e lasciatele tostare per qualche minuto, mescolate spesso per non farle bruciare. Quando sono quasi pronte, aggiungete anche i pistacchi, lasciate tostare un altro paio di minuti, sempre mescolando ogni tanto, poi versate su un piatto e lasciate raffreddare.

  2. Nel frattempo in un pentolino mettete lo zucchero, il miele e lo zucchero invertito e scaldate il tutto, mescolando ogni tanto, fino a quando avrà raggiunto 150 gradi.
    Quando sta per raggiungere i 150 gradi, mettete gli albumi in una ciotola (idonea per essere messa sopra un pentolino per lavorare il contenuto a bagnomaria) e montateli a neve con il sale.

  3. Prendete un altro pentolino, coprite il fondo con acqua (ca. 2 cm) e portate a bollore. Mettete sopra la ciotola con gli albumi e continuate a montarli a bagnomaria, versando a filo il composto di zucchero e miele scaldato a 150 gradi. E qui ci vuole un po’ di pazienza. Perché dovrete lavorare il tutto con le fruste, a bagnomaria, fino a quando il composto sarà molto denso, tanto che farete quasi fatica a lavorarlo con le fruste (ovviamente fermatevi prima di spezzarle eh ;)). In tutto ci ho impiegato 25 minuti circa per raggiungere la consistenza desiderata. Non abbiate fretta, perché se non lo lavorate abbastanza, rischiate che poi rimanga troppo morbido il torrone.

  4. Quando il vostro sbattitore elettrico vi supplicherà di smettere perché non ce la fa più, spegnetelo e mettetelo da parte. Unite le mandorle ed i pistacchi tostati al composto di albumi ed impastate il tutto con un cucchiaio di legno (o anche con le mani) per distribuirli all’interno del composto.

  5. Quindi foderate una pirofila o una teglia (20 x 20 cm circa) con carta da forno e poi con i fogli di ostia. Se non avete fogli di ostia non c’è problema, mettete il composto direttamente sulla carta da forno.

    Con le mani unte di olio distribuite il composto all’interno della pirofila, premete bene per farlo aderire e poi sopra metteteci altri fogli di ostia per coprire.

  6. Lasciate asciugare il vostro torrone morbido alle mandorle e pistacchi per tutta la notte e poi, con l’aiuto di un coltello affilato e leggermente unto di olio, affinché non si appiccichi troppo, tagliatelo a quadrotti, rettangoli, triangoli o qualsiasi forma desiderate.

    Spolverate con dello zucchero a velo affinché non si appiccichino i vari pezzi di torrone e servite o confezionate il vostro torrone per regalarlo a parenti ed amici.

    Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Facebook e Instagram.

  7. Torrone morbido alle mandorle e pistacchi
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.