Crea sito

Sciroppo con fiori di acacia e arance

Sabato scorso ci siamo cimentati nella nostra abituale impresa primaverile: la raccolta dei fiori di sambuco. Ormai è diventato un rituale e le bambine non aspettano altro. Quest’anno non ci siamo limitati ai soli fiori di sambuco ma abbiamo approfittato anche dei fiori di acacia, belli rigogliosi, che ci guardavano dal ciglio della strada di montagna poco trafficata, dove ci rechiamo sempre. Ho pensato che visto che si possono preparare le frittelle con i fiori di acacia, come anche con i fiori di sambuco, perché non provare anche a prepararci uno sciroppo dissetante? E’ bastato davvero un attimo per decidere ed avevamo già raccolto qualche fiore. Arrivati a casa ho subito messo in infusione petali e pistilli prelevati con cura dai grappoli, insieme a delle fette di arancia e della verbena odorosa del mio orto. Dopo 36 ore ho filtrato, aggiunto zucchero e acido citrico, portato a bollore e poi imbottigliato. Che dire… buono, buono e ancora buono! Mara ha addirittura detto che è più buono dello sciroppo di sambuco. Quindi, dovete assolutamente provarlo!
Lo sciroppo con fiori di acacia e arance, diluito con acqua è un’ottima bevanda dissetante da gustare nelle calde giornate estive.

Sciroppo con fiori di acacia e arance
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzionica. 1,5 l di sciroppo
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 18 grappoliFiori di acacia
  • 1Arancia (non trattata)
  • 3 ramettiVerbena odorosa
  • 1 lAcqua
  • 800 gZucchero
  • 18 gAcido citrico

Preparazione

Per preparare lo sciroppo con fiori di acacia e arance è consigliabile raccogliere i fiori di acacia in un luogo lontano dal traffico e da frutteti soggetti a eventuali trattamenti con veleni, in modo da avere dei fiori il più possibile naturali e puliti. Inoltre vi consiglio di raccogliere i fiori in un giorno di sole, possibilmente senza piogge nei due giorni precedenti, altrimenti gran parte del polline e quindi del loro gusto sarà stato sciacquato via per intenderci.
  1. Una volta raccolti quindi i fiori di acacia, prelevate i petali ed i pistilli, ovvero tutta la parte bianca per intenderci, e metteteli in un vaso con chiusura ermetica, o, in alternativa, in una pentola.

  2. Controllate se ci sono eventuali animaletti nei fiori, ma non lavateli, in quanto vale il discorso di prima, ovvero che gran parte del loro gusto verrebbe sciacquato via ed andrebbe a finire nel lavello.

  3. Lavate quindi l’arancia, tagliatela a fette di ca. 5 mm di spessore e mettetele nel vaso con i fiori di acacia. Unite la verbena odorosa precedentemente lavata e poi aggiungete un litro di acqua. Mescolate brevemente, chiudete ermeticamente o con il coperchio se utilizzate una pentola e lasciate riposare a temperatura ambiente per ca. 36 ore.

  4. Trascorso il tempo di infusione, foderate un setaccio a maglia fine con un fazzoletto di stoffa pulito e filtrate il liquido. Travasato tutto il liquido, mettete anche fiori di acacia, arance e verbena odorosa nel fazzoletto e strizzate il tutto molto bene, per fare uscire più liquido possibile.

  5. Versate quindi il liquido ottenuto in una pentola, aggiungete lo zucchero e l’acido citrico e mescolate per farli sciogliere.

  6. Sciroppo con fiori di acacia e arance

    Mettete sul fuoco e portate ad ebollizione lo sciroppo. Fate bollire per 2-3 minuti e poi versate in delle bottiglie pulite, con l’aiuto di un colino. Chiudete subito il coperchio delle bottiglie.

    Lasciate raffreddare il vostro sciroppo con fiori di acacia e arance e gustatelo allungato con acqua naturale o minerale. E’ ottimo anche per insaporire i vostri cocktail.

    Conservate il vostro sciroppo in un luogo fresco ed asciutto. Una volta aperta la bottiglia va conservata in frigorifero.

    Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Facebook e Instagram.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.