Gnocchi dolci al vapore (Dampfnudel)

Vuoti o ripieni, gli gnocchi dolci al vapore, preparati con un impasto lievitato e cotti nel latte, sono come soffici e golose nuvole. Sono tipici della Germania del sud, dove sono conosciuti come Dampfnudel, ma sono molto diffusi anche in Austria ed in Alto Adige. Sulla loro origine si discute, se li contendono sia la Baviera che il Palatinato.
Una leggenda narra, che durante la guerra dei trent’anni, uno squadrone di cavalieri svedesi pretese molti soldi dagli abitanti del paese di Freckenfeld, nel Palatinato. In caso di inadempimento, li aspettavano saccheggio e morte. Una delegazione tedesca riuscì a mediare, e così il capitano dello squadrone svedese decise, che se a lui e ai suoi soldati fosse stato offerto qualcosa di buono da mangiare, a sufficienza, avrebbero graziato gli abitanti. In seguito a ciò il maestro fornaio Johannes Muck incaricò sua moglie e la domestica di preparare un pentolone di salsa, aromatizzata con il vino, mentre lui e i suoi apprendisti prepararono gli gnocchi al vapore, fino a quando tutti i soldati furono sazi. In tutto cucinarono 1286 gnocchi. Lo squadrone fu talmente soddisfatto, che graziò gli abitanti del paese e li lasciò in pace. (Fonte: wikipedia)

Che sia accaduto realmente o no… una cosa é certa. Gli gnocchi dolci al vapore soddisfano davvero il palato di grandi e piccini! Provateli!

Gnocchi dolci al vapore (Dampfnudel)
  • Preparazione:
    3 ore
  • Cottura:
    22 minuti
  • Porzioni:
    15

Ingredienti

Per l’impasto

  • Farina 0 300 g
  • Farina 00 350 g
  • zucchero 75 g
  • Lievito di birra secco 1 bustina
  • Latte 250 ml
  • Sale 1 pizzico
  • Uova medie 2
  • Burro sciolto tiepido 75 g

Per il ripieno e la cottura

  • Susine o prugne (in alternativa marmellata o anche niente) 200 g
  • zucchero 1 cucchiaio
  • Cannella 1 cucchiaino
  • Latte 250 ml
  • Burro 50 g
  • zucchero 2 cucchiai

Per servire

  • zucchero 2 cucchiai
  • Cannella 1 cucchiaino

Preparazione

  1. Per preparare gli gnocchi dolci al vapore, mettete le due farinea farina in una ciotola insieme, allo zucchero e al lievito. Iniziate ad impastare ed aggiungete un po’ alla volta il latte e poi le uova, uno alla volta. Unite il sale ed infine, quando l’impasto sarà formato, aggiungete un po’ alla volta il burro sciolto, facendo attenzione che sia tiepido e non bollente. Continuate ad impastare fino a quando tutto il burro sarà assorbito e l’impasto risulterà morbido ed omogeneo. Formate una palla, mettete in una ciotola, coprite con pellicola e lasciate lievitare al riparo da correnti per circa 1 ora e 30 minuti.

    Nel frattempo lavate le prugne o susine e privatele del nocciolo. Avendo io utilizzato i Ramasin, ovvero queste piccole susine tipiche piemontesi, le ho solo divise a metà. Se avete prugne o susine più grandi, magari tagliatele in 4 pezzi. Mettete quindi la frutta denocciolata in un piatto, unite 1 cucchiaio di zucchero ed 1 cucchiaino di cannella e mescolate.
    Riprendete quindi l’impasto e dividetelo in 15 pezzi uguali. Prendete un pezzo alla volta, appiattitelo sulla vostra mano, mettete al centro 4-5 pezzi di susina e poi chiudetelo come un fagottino. Pizzicate bene i bordi per chiuderlo e poi formate una pallina. Adagiatela su un tagliere o un panno infarinato. Quindi coprite con un panno e lasciate lievitare per altri 30 minuti circa.

    A questo punto passate alla cottura a vapore. Ci vuole una pentola capiente, con un fondo ad alto spessore, idealmente in ghisa, il cui coperchio chiude benissimo, in modo da non fare uscire vapore durante la cottura. Io li ho cotti in 2 volte, in quanto non ho una pentola sufficientemente grande da farceli stare tutti insieme.

    Se li cuocete insieme, versate i 250 ml di latte nella padella insieme ai 2 cucchiai di zucchero e al burro. Scaldate per fare sciogliere il burro e poi adagiate gli gnocchi al suo interno, non troppo vicini. Lasciate cuocere a fiamma bassissima, per 22 minuti circa, senza mai aprire il coperchio. Se li cuocete in 2 volte, utilizzate 125 ml di latte, 1 cucchiaio di zucchero e 25 g di burro alla volta.

    Quindi togliete gli gnocchi dolci al vapore dalla pentola, staccandoli delicatamente l’uno dall’altro e servite con un altro po’ di zucchero e cannella.

    Se ti è piaciuta la mia ricetta seguimi anche su Facebook.

Suggerimenti

Gli gnocchi dolci al vapore sono ancora più golosi accompagnati da una salsa alla vaniglia. Potete semplicemente fare un budino alla vaniglia con più latte, affinché resti più liquido o altrimenti potete anche prepararla facilmente in casa, ecco come:
Versate 500 ml di latte in un pentolino, aggiungete i semi prelevati da una bacca di vaniglia e 2 cucchiai di zucchero. Portate a ebollizione. Mescolate i restanti 100 ml di latte con 2 cucchiai di fecola. Quando il latte bolle, versate il latte con la fecola, mescolando. Riportate ad ebollizione continuando a mescolare e lasciate cuocere per qualche minuto prima di servire.

Gli gnocchi sono buoni anche senza ripieno o farciti con della marmellata.

Precedente Gelato alla menta - senza gelatiera Successivo Spaghetti con peperoni e acciughe

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.