Crostata alle albicocche con pasta frolla

La crostata alle albicocche si prepara con un guscio friabile e burroso di pasta frolla, ripieno di tante albicocche fresche e succulenti. Per l’occasione ho utilizzato la mia tortiera in ceramica, che ricorda un po le pie americane, ovvero le crostate americane ripiene di frutta, come la famosa apple pie, la crostata ripiena di mele. E’ davvero facilissima da preparare, oltre alla classica frolla avete bisogno solo di albicocche fresche, zucchero e amido. Poi se volete potete aggiungere del cardamomo e dei semi di baccello di vaniglia come ho fatto io, ma non è obbligatorio. Volendo ci starebbe bene anche della cannella.

Crostata alle albicocche con pasta frolla
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni1 tortiera di 26 cm di diametro
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la pasta frolla

  • 345 gfarina 00
  • 1/2 cucchiainolievito in polvere per dolci
  • 200 gzucchero
  • 2 pizzichisale
  • 1/2baccello di vaniglia
  • 175 gburro freddo
  • 1uovo grande

Per il ripieno

  • 1500 galbicocche
  • 4 cucchiaizucchero
  • 1/2baccello di vaniglia
  • 1/2 cucchiainocardamomo (facoltativo)
  • 1 cucchiaioamido di mais (maizena)

Inoltre

  • 1uovo
  • q.b.zucchero di canna

Preparazione

Per preparare la crostata alle albicocche con pasta frolla, iniziate preparando la pasta frolla in quanto dovrà riposare in frigo per almeno un’ora. Volendo potete anche prepararla il giorno prima, in questo caso vi consiglio comunque di toglierla dal frigo ca. 20 minuti prima di utilizzarla, in modo che sia più lavorabile.

Per la pasta frolla

  1. Mettete nel mixer la farina, il lievito, lo zucchero, il sale, i semi del mezzo baccello di vaniglia, il burro freddo a pezzetti e l’uovo.

    Azionate il mixer per qualche secondo, fino a ottenere un composto bricioloso.

  2. Trasferite il composto sulla spianatoia, compattate velocemente con le mani per ottenere un impasto, ma senza lavorarlo troppo.

    Formate una mattonella, avvolgete con pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora.

Per il ripieno

  1. Crostata alle albicocche con pasta frolla

    Lavate e denocciolate le albicocche, tagliate ogni albicocca in 6-8 spicchi, a seconda della loro dimensione. Mettete gli spicchi di albicocca in una ciotola. Unite lo zucchero, anche in questo caso, mettetene più o meno, a seconda di quanto sono mature e dolci le vostre albicocche, i semi di mezzo baccello di vaniglia, il cardamomo e l’amido di mais. Mescolate bene il tutto e mettete da parte.

Ultimazione

  1. Terminato il tempo di riposo dell’impasto, preriscaldate il forno a 190 gradi (ventilato).

    Stendete ca. 3/4 dell’impasto su un foglio di carta da forno infarinato. Stendetelo in modo tale da poterci foderare sia fondo che bordo della vostra tortiera. Capovolgete quindi il foglio di carta da forno sulla tortiera, in modo che l’impasto sia a contatto con la tortiera e foderatela tutta, fondo e bordo compreso.

  2. Riempite quindi con le albicocche tagliate.

    Stendete l’impasto restante e tagliatelo a strisce. Adagiate le strisce in modo incrociato sulle albicocche, per decorare la vostra crostata. Se avete degli avanzi di pasta frolla, potete realizzare un decoro per il bordo. Io, o meglio Mara, ha ritagliato tanti piccoli cerchietti, che abbiamo adagiato lungo tutto il bordo.

    Spennellate quindi le parti di frolla con l’uovo precedentemente sbattuto con una forchetta e cospargete con dello zucchero di canna.

  3. Infornate a 190 gradi per 20 minuti. Quindi abbassate la temperatura a 175 gradi e lasciate cuocere per altri 20-25 minuti, coprendo eventualmente la crostata con un foglio di alluminio se si dovesse scurire troppo.

    Sfornate, lasciate raffreddare e servite la vostra crostata alle albicocche, magari accompagnata da una pallina di gelato o della panna montata.

    Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Facebook e Instagram o acquista uno dei miei libri di cucina “Passione Cooking …in cucina con Julia!” o Global Cooking – Le mie ricette dal mondo!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.