Crema all’aglio orsino – ottima sui crostini

Sui crostini, con gli asparagi, per accompagnare la carne o anche il pesce, questa crema all’aglio orsino è molto versatile ed ha un gusto deciso ed unico. Si prepara in un attimo, anzi, in meno di un attimo, ma spesso sono le cose più semplici e più banali che hanno più successo a tavola.

Per quanto riguarda l’aglio orsino, il lo compro al mercato dei contadini in paese. Si potrebbe anche raccogliere da sé, ma ci sono alcune regole da rispettare a riguardo. In Alto Adige ad esempio, la sua raccolta nei boschi è limitata a 10 foglie al giorno per persona, mentre nei biotopi, dove spesso cresce questa gustosa pianta, la raccolta è proibita. Da non sottovalutare inoltre, la sua somiglianza con le foglie dei mughetti, che sono velenose per l’uomo. Quindi, se non siete esperti, fate come me, e compratelo da qualcuno di fiducia! 😉

Crema all'aglio orsino - ottima sui crostini
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Porzioni:
    250 g

Ingredienti

  • Aglio orsino 30 g
  • Ricotta vaccina 100 g
  • Feta 100 g
  • Panna fresca liquida 2-3 cucchiai
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Per preparare la crema all’aglio orsino, lavate ed asciugate le foglie di aglio orsino.

    Mettete in un contenitore con le sponde alte la ricotta e la feta sbriciolata.

  2. Aggiungete quindi le foglie di aglio orsino spezzettate grossolanamente, un pizzico di sale e del pepe.

    Frullate il tutto con il frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema.

  3. Aggiungete quindi 2-3 cucchiai di panna, e frullate nuovamente per amalgamare. A seconda della consistenza desiderata, aggiungete un altro po’ di panna.

    Trasferite la crema di aglio orsino in un barattolo di vetro ben chiuso e conservate in frigo fino al momento del consumo.

    La crema all’aglio orsino si conserva per ca. 7 giorni in frigorifero.

    Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Facebook e Instagram.

  4. Crema all'aglio orsino - ottima sui crostini

Suggerimenti

Precedente Crostata integrale alle due marmellate Successivo Pasta asparagi e ricotta profumata al lime

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.