La torta di rose alle mandorle è una scenografica torta leggera e profumata formata da tante roselline di pan brioche, ottima da preparare per un’occasione speciale. La preparazione della torta di rose alle mandorle è molto più semplice di quello che sembra, inoltre questa torta non contiene né uova né latticini, rendendo questo dolce non solo piuttosto leggero, ma anche ideale per chi segue un regime alimentare vegan. Io non l’ho fatto, ma volendo potete farcire le roselline con creme o marmellate, oppure decorare la superficie della torta di rose alle mandorle con granella di zucchero o mandorle a lamelle.

torta di rose alle mandorle

torta di rose alle mandorle

Torta di rose alle mandorle

Ingredienti:

– 200g di farina di farro

– 90g di farina manitoba

– 75g di farina di mandorle

– 40g di zucchero di canna

– 180g di latte di mandorle

– 25g di olio di semi

– mezzo cubetto di lievito di birra

– un cucchiaino di malto d’orzo

– mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere

– buccia grattugiata di limone

– un pizzico di sale

Per lucidare:

– un cucchiaio di malto d’orzo diluito con un cucchiaino di acqua calda

 

Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido insieme al malto d’orzo.

In una ciotola capiente unite la farina di farro, la manitoba, lo zucchero e la farina di mandorle. Aggiungete la vaniglia in polvere e la buccia grattugiata di limone. Mescolate, formate una fontana e al centro versate l’olio di semi. Iniziate ad impastare aggiungendo anche il latte con il lievito.

Impastate a mano sul piano di lavoro leggermente infarinato per una decina di minuti, fino a che l’impasto sarà liscio, aggiungendo altra farina se l’impasto dovesse risultare troppo appiccicoso.

Mette l’impasto nella ciotola, copritelo con pellicola trasparente e lasciatelo lievitare fino al raddoppio (circa un’ora e mezza/due ore).

Riprendete l’impasto, rovesciatelo su una superficie leggermente infarinata e allargatelo con le mani formando un rettangolo. Fate le pieghe di rinforzo prendendo un lembo dell’impasto, portatelo al centro e sovrapponete l’altro lembo. Girate l’impasto di 90° e ripetete. Formate un panetto e lasciatelo riposare per 15 minuti coperto da una ciotola.

Dividete il panetto in due parti, stendetele con un mattarello ad uno spessore di circa 5mm. Con una formina per biscotti ritagliate dei dischi, io ho usato una formina da 7,5 mm. Per formare le roselline, prendete tre dischi e sovrapponeteli leggermente, arrotolateli su se stessi e tagliateli a metà.

P1070478

P1070479

 

 

 

 

Formate la torta sistemando le roselline in una tortiera da 22cm precedentemente unta e infarinata, partendo dal centro e proseguendo tutto intorno. Lasciate un po’ di spazio tra una rosellina e l’altra.

Lasciate lievitare la torta di rose alle mandorle per altri 45-60 minuti, quindi spennellatela con del latte vegetale e cuocetela a 200° per 20-25 minuti.

Una volta cotta, fatela intiepidire prima di sformarla, quindi spennellatela con il malto di riso diluito con un cucchiaino di acqua calda o spolverizzatela con dello zucchero a velo.

torta di rose alle mandorle

 

Guarda altre ricette

Tutti i dolci

Dolci vegan

Seguimi anche su Facebook!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *