Zuppa imperiale in brodo di carne

Print Friendly, PDF & Email

Zuppa imperiale in brodo di carne, una minestra che nei tempi passati veniva considerata un ricostituente, nelle serate fredde è un vero toccasana. Semplice e veloce da fare, cotta in forno per cui leggera e con gli ingredienti che contiene se pur pochi non può che essere divina. La ricetta è quella classica di Pellegrino Artusi e come dice il suo libro un tempo si usava darla alle partorienti per risollevarle dalla fatica del parto.

Zuppa imperiale in brodo di carne
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 6
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 3 Uova
  • 60 g Parmigiano reggiano
  • 80 g Semolino
  • 30 g Burro
  • q.b. Noce moscata
  • 1 pizzico Sale

Preparazione

  1. Preparare il brodo come da ricetta quì. Accendere il forno a 160° modalità statico.

  2. Sciogliere il burro in un pentolino oppure a microonde senza farlo friggere quindi lasciarlo raffreddare.

  3. In una ciotola sbattere le uova con il sale la noce moscata poi aggiungere il formaggio quindi anche il semolino e per ultimo il burro lavorando il composto ancora per incorporarlo bene.

  4. Mettere il composto in una teglia spennellata con lo staccante, se rettangolare cm. 25 x 20 oppure 20 x 20, lo spessore deve essere di un cm. quindi livellare il composto con una spatola.

  5. Mettere la teglia in forno a 160° per 10 minuti circa, poi lasciarla raffreddare molto bene. Tagliare a strisce di un cm, quindi ancora nell’altro verso formando dei cubetti.

  6. Passare il brodo attraverso un passino a maglie fitte poi rimetterlo nella pentola riportare a bollore e spegnere il fornello. Mettere i cubetti in una zuppiera rovesciarci dentro il brodo e mescolare, coprire  lasciando riposare per 5 minuti. La Zuppa imperiale in brodo di carne deve essere servita molto calda.

  7. Zuppa imperiale in brodo di carne

    Consiglio: Trovo che ci stia molto bene nell’impasto un pochino di buccia di limone grattugiata circa 1/4 non di più, gli conferisce quel tocco di freschezza.

Note

Grazie di essere passata/o e alla prossima ricetta!

Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche sui social: 

Facebook  Pinterest   Google+  Twitter  Instagram

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.