Crea sito

Torta Mantovana di Pellegrino Artusi

Print Friendly, PDF & Email

Torta Mantovana di Pellegrino Artusi, un dolce legato non al territorio ma a vicende storiche, viene infatti dalla città di Prato con origini molto antiche che legano storia a leggende. Si dice che fu lasciata alla corte dei Medici da Isabella d’ Este marchesa di Mantova. Sia Mantova che Prato furono dominate dai Longobardi e potrebbe essere il secondo motivo ma un terzo è quello che due suore partite da Mantova in pellegrinaggio verso Roma per il Giubileo furono ospitate a Prato e come ringraziamento donarono la ricetta. Tornando ai giorni nostri, abito a pochi km. da Ferrara, non molto lontana da Mantova e da Prato, in zona è molto in uso  farla questa sarà anche per il fatto che è molto pratica e molto buona. La ricetta è quella di Pellegrino Artusi dal libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 170 gFarina
  • 170 gZucchero
  • 150 gBurro
  • 4Tuorli
  • 1Uovo intero
  • 1Bustina di lievito (facoltativa)
  • 1Scorza di limone (non trattato)

Per la copertura

  • 50 gLamelle di mandorle
  • gZucchero a velo

Preparazione

  1. Lasciare il burro fuori dal frigorifero almeno per un’ora. Metterlo in una ciotola mescolando con una spatola oppure nella planetaria in questo caso montare il gancio kappa, aggiungere lo zucchero e lavorare un minuto circa.

  2. Aggiungere i tuorli sempre lavorando e uno alla volta, per ultimo l’uovo intero.

  3. Setacciare la farina e il lievito insieme, aggiungere quindi le polveri all’impasto poco per volta mescolando delicatamente fino ad avere un composto omogeneo.

  4. Spennellare una tortiera di circa 24 cm.di dm.con lo staccante rovesciarci l’impasto e livellarlo con il dorso di un cucchiaio, cospargere poi la torta con le lamelle di mandorle.

  5. Trasferire la tortiera nel forno precedentemente preriscaldato a 170° per 30 minuti. Dopo averla lasciata raffreddare cospargerla con abbondante zucchero a velo prima di servirla.

  6. La torta Mantovana di Pellegrino Artusi è molto buona oltre che semplice e sbrigativa e farà la sua bella figura anche dopo un pranzo importante magari con del cioccolato o crema, a merenda può essere accompagnata con bevande calde tipo tè oppure cioccolata, ottima anche per colazione.

  7. Preciso: Nella ricetta originale Pellegrino Artusi faceva sciogliere il burro e non metteva lievito, insieme alle mandorle però aggiungeva i pinoli, io l’ho un pochino adattata ai giorni nostri.

Note

Grazie di essere passata/o e alla prossima ricetta!Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche sui social: Facebook  Pinterest   Google+  Twitter  Instagram

Ti potrebbero interessare altre ricette?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.