Crea sito

Panone Bolognese

Print Friendly, PDF & Email

Panone Bolognese, il dolce tipico del Natale molto buono anche se il suo nome lo sminuisce un pochino. Dolce dalle origini contadine che va preparato anche un mese prima in modo che i suoi ingredienti si fondano e sprigionino tutto l’aroma.    Il Panone era il dolce Natalizio dei contadini nella pianura Bolognese mentre il Certosino era il dolce dei signori e cittadini, molto simili tra loro ma quest’ultimo è più guarnito e ricco di ingredienti.

Panone-Bolognese

Panone Bolognese 

Ingredienti Prima parte

  • Cioccolato fondente g. 100
  • Zucchero semolato g. 200
  • Fichi secchi g. 150
  • Noci g. 100
  • Cedro candito g. 100
  • Mandorle g. 150
  • Uvetta g. 100
  • Cacao amaro g. 50
  • Burro morbido g. 100
  • Vino bianco n. 3 bicchieri
  • Mostarda g. 300 (sostituibile con della confettura)
  • Scorza di un’ arancia grattugiata (non trattata)

 Ingredienti Seconda Parte

  • Farina g. 500
  • Uova n. 2
  • Lievito per dolci n. 2 bustine

 Procedimento

Tagliare a coltello il cedro, le mandorle, le noci, i fichi il cioccolato e sminuzzarli il più possibile (non consiglio questa operazione con mixer).

In un tegame di acciaio mettere tutti gli ingredienti della prima parte mescolarli insieme coprire e far macerare anche per tutta la notte in un luogo fresco.

Trascorso il tempo di riposo, preriscaldare il forno a 220°.

Spennellare con lo staccante delle teglie di stagnola piccole (usa e getta).

In una ciotola setacciare il lievito con la farina e mescolarli molto bene.

Aggiungere le uova nel contenitore con tutti gli ingredienti, mescolare molto bene e per ultimo la farina contenente il lievito.

Trasferire con un mestolo il composto nei contenitori riempendoli per 3/4.

Infornare a forno statico e subito dopo averlo chiuso abbassare la temperatura a 180° per un’ora.

Spegnere aprire il forno al primo scatto e lasciarli raffreddare dentro senza muoverli.

Quando sono freddi toglierli dalla teglia e trasferirli sopra una griglia per farli asciugare ed evaporare l’umidità rimasta.

Confezionarli e guarnirli a piacere.

Consigli: Non è un errore che ci siano due bustine di lievito ma la massa da lievitare è molto pesante. Nella zona del Bolognese si trova un lievito apposta con tanto di dicitura  Lievito per Panone ma va bene sostituirla con il doppio di dose.

Grazie di essere passata/o e alla prossima ricetta!

Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche sui social: 

Facebook  Pinterest   Google+  Twitter  Instagram

 

Ti potrebbero interessare altre ricette?

2 Risposte a “Panone Bolognese”

  1. È un dolce che faccio per tradizione, sono anch’io bolognese doc. …quest’anno mi piacerebbe cambiare ricetta senza nulla togliere a quella della mia mamma, un chiarimento vorrei……cosa intendi nel raddoppiare dose? Conosco il lievito del pannello che citi ma quanto? Con la tua ricetta quante teglie mi escono? Usando le cui medie? Ti ringrazio molto e complimenti x la tua pagina…..sto scoprendo cose nuove.M9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.