Crea sito

Panbauletto con farina di Farro

Print Friendly, PDF & Email

Panbauletto con farina di Farro, fantastico per qulasiasi momento della giornata. Per nostra fortuna il farro negli ultimi anni è stato molto rivalutato ed è tutto a vantaggio della nostra salute. E’ il più antico frumento, infatti veniva coltivato e utilizzato dall’uomo fin dal neolitico e proprio il nome farina deriva da farro. Molto più digeribile e profumato rispetto ai grani suoi discendenti, sia il grano tenero che il grano duro discendono dal farro, contiene più proteine e meno glutine ma anche meno calorico e contiene vitamina del gruppo B che è molto importante. Questa procedura con il preimpasto sembra un pò lunghina nei tempi di lievitazione ma basta organizzarsi, il risultato sarà un panbauletto fantastico che dura a lungo…

nbauletto con farina di farro
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: circa kg. 1,6 cotto
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

Lievitino

  • 200 g Farina forte w 350 (tipo manitoba)
  • 10 g Lievito di birra fresco
  • 150 ml Acqua tiepida
  • 1 cucchiaino Malto (oppure miele)

Impasto

  • 700 g Farina di farro
  • 250 ml Latte (tiepido)
  • 150 ml Acqua (tiepida)
  • 50 g Burro (oppure olio)
  • 10 ml Sale

Preparazione

  1. Alla sera impastare il lievitino e lasciarlo nella ciotola coperto per tutta la notte (può maturare per un massimo di 24 ore).

  2. La mattina seguente procedere mettendo in una ciotola o nella planetaria i liquidi, una piccola parte di farina, il lievitino, impastare per qualche minuto, poi poco per volta la farina rimasta, per ultimo aggiungere il burro e il sale, impastare fin quando il panetto sarà liscio e vellutato.

  3. Trasferire l’impasto sul piano da lavoro infarinato, lavorare per qualche minuto, poi formare una palla, metterla in una ciotola molto capiente spennellata con olio e mettere a lievitare in un luogo tiepido ( tra 15 -20 gradi).

  4. Appena il panetto sarà raddoppiato di volume trasferirlo sul piano da lavoro rovesciando la ciotola e farlo cadere con delicatezza staccandolo.

  5. Appiattire leggermente formando un rettangolo, piegare in tre dalla parte più lunga, fargli fare 1/4 di giro, ripetere l’operazione ancora 1/4 di giro e ripetere ancora facendo in tutto 3 giri.

  6. Per ultimo dargli una forma allungata in base al vostro stampo per la cottura, ottimi quelli in alluminio.

  7. Spennellare lo stampo con lo staccante per teglie e metterci dentro il filoncino.

  8. Spolverare leggermente con la farina e coprire con un tovagliolo umido, mettere a lievitare nuovamente fino al raddoppio (circa un’ora e mezza).

  9. Se vi piacciono i semi in superficie sbattere un albume con un pizzico di sale, spennellare tutto il filone e cospergere con i semi di proprio gusto, Lino, Sesamo, Cumino, ecc.

  10. Preriscaldare il forno alla massima temperatura per almeno 30 minuti, infornare e abbassare la temperatura a 180° per circa 50 minuti. La cottura si vede anche dal fatto che il pane si stacca dal contenitore, se dovesse scurire troppo in superficie coprirlo con un foglio di carta da forno.

  11. Appena sarà cotto aiutandosi con un tovagliolo tirarlo fuori, rovesciarlo sul piano di lavoro togliendo subito lo stampo, rimettere il filone nel forno spento sopra alla griglia per 10 minuti (in questo modo asciugherà e si conserverà a lungo).

  12. Consiglio: Ricordo che più è alta la temperatura ambientale più la lievitazione sarà veloce, ma per un ottimo risultato è bene che la lievitazione sia lenta.

  13. Potrebbe interessarti anche: Pane con farina di Segale

Note

Grazie per essere passata/o!

*Se ti piacciono le mie ricette segui anche la mia pagina Facebook cliccando Quì poi metti mi “Mi Piace” resterai sempre aggiornata/o automaticamente con le nuove ricette. Enjoy

Ti potrebbero interessare altre ricette?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.